548039_419037688112083_1338074437_n

Il panorama folk metal in Italia, ultimamente pare che sia resuscitato, come il seguito avvincente di una battaglia in cui vi sono la conquista di un territorio specifico,i cavalieri, le dame, la gloria, paesaggi mozzafiato che riportano alle meravigliose distese di campagne, fino ad un fedele richiamo vita dedita alla terra, infine il medioevo che torna a far da padrone nelle tematiche che si possono sentire all’interno dei nuovi album dei gruppi, che si dedicano al folk pagan metal. Se prima questo genere era un po’ lasciato da parte, abbandonato in un cassetto, una volta riaperto il medesimo ripostiglio dei segreti e misteri, si viene travolti immediatamente dalla magia che questo movimento storico e antico può trasmettere al solo suono di una ghironda o delle note di un flauto. Tuttavia è necessario precisare che il folk o paganesimo non è solo un genere musicale, che si è sperimentato con nuove tecniche nel corso degli anni, ma è anche un culto di vita e molti lo interpretano a modo loro, sia nel modo di vestire, che nelle musiche e tematiche che vengono proposte.

424288_397768243572361_648987444_n

E’ il caso dei SENTINUM band proveniente dall’entroterra toscano, che con il loro stile si legano perfettamente all’onda folk degli Eluveitie, Korpiklaani, Amon Amarth, Varg e per finire con i nostri amici Furor Gallico. I sei musicisti sfoggiano una preparazione tecnica degna. In primis il cantante che si offre con la potenza di un growl ben impostato e un’ottima intonazione della voce pulita. Il batterista non lo è da meno, anzi forse lo si poteva alzare leggermente nella registrazione, perché è colui che da un particolare ritmo trascinante diverso da altri sentiti in precedenti lavori, da cui non si riesce facilmente a star fermi, viene voglia di alzarsi ballare, fare headbanghing e cadere a terra sfiniti.  A seguire, gli altri componenti sono pedine importantissime all’interno del gruppo  e senza di esse, sia lo stesso batterista che il cantante non possono reggere da soli. In questo album, non è necessario fare il solito esamino traccia per traccia, perché questo lavoro segue la scia del promo inteso come semi concept. Sia i titoli che i testi, cosi come le musiche, non sono per nulla scritti e messi in fila a casaccio. Anzi! Partendo dall’analisi dei titoli, chi è un buon osservatore, capisce immediatamente che sono stati scritti in una precisa scaletta, in modo da creare un inizio e la fine di un concetto ovvero una battaglia in piena regola. Battaglia tra l’altro realmente accaduta, che si svolse in terra umbra precisamente a Sentino (da qui viene il significato del nome Sentinum scelto dal gruppo)  nel 295°.c. durante la terza guerra sannitica, che videro li stessi Sanniti, Etruschi, Galli Senoni e Umbri, battersi contro la Repubblica Romana alleatasi con i Piceni e quindi con l’esito della vittoria finale dei Romani.  Quindi ricapitolando in questo caso seguendo la scaletta, vale a dire La notte dell’Attesa prima della Battaglia su Imbrio, La grazia e la Gloria, La Devozione, La grande Battaglia e La Ballata dell’Eroe.  Effetti e mixaggio da brividi come l’intro, fanno da padrone per tutta la durata dell’ascolto e con la mente immancabilmente ci si trascina con malinconia ai giorni assolati del Fosch Fest il campeggio estremo, il caldo, la pioggia, la birra, tutti appiccicati e sudati a pogare incessantemente o di quella fantastica edizione del Gods Of Folk tenutasi a Casalromano qualche tempo fa. Ecco spiegato il concetto di SENTINUM e ciò che loro con la loro musica vogliono esprimere.In definitiva è necessario vederli in live, in azione per capirne il VERO significato.

Dunque in conclusione con il vedersi dell’intersecarsi perfetto dei cori, degli effetti dati dalle tastiere e dai vari strumenti, nasce un piccolo gioiello nel quale nell’insieme dell’aspetto musicale si amalgamano anche gli aspetti storico e culturali di cui il popolo italico detiene comunque con orgoglio, ma soprattutto che vale la pena di prendere in considerazione dagli esperti in materia di folk eventualmente per le prossime edizioni dedicate a questo genere affascinante e magico.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati