Dopo il bell’album dei nostrani Stargate abbiamo voluto approfondire la conoscenza di questo valido gruppo ed ecco il resoconto della chiaccherata.

 

Ciao ragazzi e benvenuti su Heavy-Metal.it

Ciao a tutti, grazie per l’invito!

Per prima cosa vi chiedo di raccontarci un po’ la storia del gruppo.

(Flavio Caricasole) Ok! Io e Fabio abbiamo fondato questa band nel 2000 dopo varie esperienze, con l’obiettivo di dar vita a un sacco di idee musicali che ci ronzavano in testa! Con Pit Micheletti alla batteria e Dino Rubini al basso abbiamo inciso il nostro primo ep “The Power Within” nel 2003, seguito da un buon numero di esibizioni live in Veneto e regioni limitrofe, con Cris Confente alle tastiere a completare la line up. Dopo aver ottenuto un ottimo riscontro nella scena underground suonando anche come supporto di band già più note, purtroppo la band è andata naturalmente e sciogliersi a causa dei primi attriti tra i componenti e della mia assenza di un anno per una indimenticabile esperienza in quel di Londra.

(Fabio Varalta) Poi qualche anno è passato ma la voglia di rimettere in piedi la band non è mai morta! Abbiamo ricominciato a lavorare sodo nel nostro studio e trovato la sezione ritmica dei nostri sogni, gli ottimi Isacco Dalle Pezze alla batteria e Federico Sidero al basso! Ora finalmente abbiamo dato luce all’album che abbiamo tenuto nel cassetto per molto tempo, riconfermato il virtuoso Cris Confente alle tastiere e siamo pronti per cavalcare i palchi di tutto il mondo!!!

 

 

Il nome e il logo del grupppo mi ricorda il grandissimo omonimo film del 1994. Avete preso spunto da quì o da altrove per il nome?

(Fabio) In realtà il primo spunto deriva dalla trasmissione “Stargate – Linea di confine”! Mi è piaciuto prima di tutto il suono, poi ho approfondito il tema e scoperto il film che non avevo ancora visto! L’idea di una “porta verso mondi paralleli” si adatta perfettamente a quello che è per noi la musica.

Personalmente adoro spulciare I significati che stanno dietro le copertine degli album. La vostra cosa rappresenta?

(Flavio) La nostra copertina vuole essere un ammonimento verso noi stessi che viviamo su questa terra! Infatti viene rappresentato il mondo in una fase di distruzione e potrebbe essere l’orrenda fine causata dall’uomo per l’esasperato e incontrollato sfruttamento delle risorse naturali sempre e solo in nome del potere e del dio denaro.

Quindi la speranza è quella di un mondo governato dal rispetto e dall’assenza di quell’odio, egoismo e avidità che ha sempre regnato e condotto a interminabili e sanguinose guerre.

Su cosa vertono principalmente I temi dell’album?

(Flavio) I temi dell’album sono vari anche se uniti da un comune denominatore, ovvero un inno alla forza positiva che ci permette di affrontare ogni situazione della vita. Lintro “The Wonders of Nature” è un tributo strumentale alle bellezze della natura e la sucessiva “Save the World” è un po’ la sintesi dell’immagine della copertina.

“Sand of Time” rappresenta l’impotenza e la sensibilità dell’uomo davanti al più grande mistero esistente, ovvero la morte! “Nothing ‘s Forever” narra attraverso un’esperienza personale la caducità delle cose. Tutto passa, tutto scorre inesorabilmente in un’unica direzione ma forse qualcosa di non materiale e legato ai nostri sentimenti non si cancellerà mai. “Nightspell” è la ballad dell’album ed è un sogno vivido della grande emozione data dall’incontro con l’amore…”The Power Within” è un percorso attraverso sogni e paure che possiamo raggiungere e affrontare con la forza interiore che è presente in ognuno di noi. La strumentale e spaziale “The Dark Rift” porta naturalmente a “Age of Acquarius” che è la chiara spiegazione del magico momento di trasformazione che stiamo vivendo in concomitanza con il passaggio astrologico verso l’età dell’acquario interpretata come cambio di coscienza umana o forse come imminente fine del mondo? Il blocco dei 3 brani finali è interamente dedicato al disastro del tristemente noto 11 settembre 2001. “Ground Zero” descrive i fatti più tragici della vicenda, “Hysteria” è la conseguente pazzia e paura generale accompagnata da una degna coreografia musicale e la conclusiva “Wounded Souls” per sole voci e orchestra è un momento di riflessione e rispetto per le tutte le anime ferite in quel disatroso evento.

In sede di recensione ho paragonato la vostra musica a un ottimo mix tra Angra, Elegy e Stratovarius. Cosa mi rispondete?

(Flavio) Allora… ti devo dire che di certo i primi Angra fanno parte delle band che piu abbiamo seguito e ascoltato, cosi come Helloween, Dream Theater, ma anche i classici Iron Maiden e Metallica. Gli Stratovarius pur non costituendo il nostro modello ideale avranno influito anche se inconsciamente. Elegy? Sentiti solo di nome ma mai veramente ascoltati! Anzi ora che mi hai messo la curiosità me li ascolterò per bene :)

Come vi state trovando con la Crash & Burn records? Una piccolo etichetta che pian piano si sta facendo conoscere.

(Fabio) Nick Savio della C&B è prima di tutto un amico e un rocker di prima categoria con una lunga esperienza nel settore, quindi ci siamo subito proposti dopo il mix dell’album nel suo studio.

E’ risaputo che le band più o meno esordienti non hanno un gran trattamento nelle grosse label, quindi siamo felici di collaborare con persone di fiducia da cui ricevere consigli onesti. Stiamo imparando le regole del gioco e per ora le cose si muovono nella direzione giusta!

Vi vedremo in concerto da qualche parte?

(Fabio) Abbiamo debuttato da poco come headliner del “Rock Contest” di Tregnago in provincia di Verona, testando l’impatto live del nuovo album con risultati oltre le aspettative! Ora non vediamo l’ora di organizzare date interessanti anche fuori dalla nostra città e perché no, appena possibile un tuor all’estero!

E ora ragazzi sbizzarritevi a dire quello che più vi aggrada.

Gli Stargate sono tornati piu carichi che mai! Siamo pronti a spalancare i nostri cancelli e spararvi nelle orecchie tutta la potenza della nostra musica! Non resterete delusi!

Seguiteci sul sito ww.stargateband.com, magari suoneremo proprio nella vostra città! E magari prima di venire al concerto meglio COMPRARE IL CD! ;-) Lo trovate sul sito Crash & Burn, Masterpiece Distribution e ovviamente in digitale su Cd-Baby, i-tunes ecc…

Stay metal!!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati