Attivi da ormai molti anni gli Enthroned hanno finalmente firmato un ottimo deal per l’austriaca Napalm Rec.
Il sound si è evoluto nel tempo ma lo spirito del gruppo è sempre rimasto lo stesso: attitudine satanica atta a supportare una proposta musicale molto estrema ma al tempo stessa legata ai canoni compositivi classici dell’heavy metal. Dopo l’uscita della loro ultima release “Carnage in World Beyond” lasciamo che il chitarrista Nornagest ci conduca attraverso il malvagio mondo che ruota attorno alla formazione belga….

Bene cominciamo. Puoi dirci qualcosa riguardo la storia della band e come la line-up si è evoluta negli ultimi mesi?
La line-up attuale è formata da: Sabathan (“voxum and 4 strings devastation”), Nornagest (“666 strings mutilations and vocals”), Nerath Deamon (“666 strings strangulations”), Alsvid (“blasphemic machine.gun”).
E’ la nostra miglior formazione dai tempi in cui Cernunnos era ancora parte della band e forse anche meglio! La line-up con cui suonavamo prima era semplicemente formata da musicisti che condividevano con noi alcune idee ma non erano quei “messia satanici” di cui avevamo bisogno per poter completare il circolo e tornare ad essere gli Enthroned della “Blackened Horde”.
Riguardo la storia del gruppo visistate il nostro sito (www.enthroned.de) perche’ sono davvero stanco di rispondere a questa domanda!!!

Come siete entrati in contatto coi Seth?
Abbiamo suonato a Bordeaux nel 1999 e la’ ho incontrato il loro vecchio cantante… una testa di cazzo, arrognate e presuntuoso… tuttavia mi ha presentato Heimoth, il chitarrista, che era tutt’altro che uno stupido. Abbiamo avuto una interessante conversazione e alcuni giorni dopo ci raggiunse, accompagnato da Alsvid, ad un nostro show in Toulouse.
Tutto qui, conosciuto in questo semplice modo.

“Carnage in World Beyond” è il vostro primo disco per Napalm Records. Cos’è successo con la Blackend? Come avete ottenuto questo contratto?
La Blackend brancola nel buio come sempre e la Napalm è fino ad ora la migliore etichetta con cui abbiamo lavorato. Ci hanno offerto il contratto che da tempo stavamo aspettando, anzi già nel 1999 ci fecero una proposta ma la Blackend non volle cedere il contratto a loro così abbiamo dovuto aspettare la scadenza del nostro deal con la Blackend prima di poter avere qualcosa di decente e professionale.

E’ il momento di parlare del nuovo album. Ti lascio la libertà di presentare il disco chiedendoti solamente se “Carnage in World Beyond” rappresenta un concept album. A te la parola.
No, “Carnage…” non è un concept album, è semplicemente il primo disco dopo “Towards the skullthrone of satan” che abbiam fatto grazie ad un forte gioco di squadra, riflette il ritorno della “Blackened Horde”. “Carnage…” è il ritorno alla nostra vena di aggressione satanica così come sarebbe normale aspettarsi.

Avete avuto problemi durante le registrazioni del disco o tutto è filato liscio? Dove e con chi avete registrato l’album?
Abbiamo inciso “Carnage in world beyond” in Germania con Harris Johns, produttore conosciuto per aver già lavorato con band come Sodom/Kreator/Coroner/Voivod/Celtic Frost etc…
Non ci sono stati problemi durante le registrazioni fatta eccezione per un giorno in cui alcune parti di batteria sono andate perse a causa di un crash di sistema di uno dei computer utilizzati per la registrazione. Tutto sommato è stato un bene visto che Alsvid ha reinciso quelle parti di batteria con ancora piu’ rabbia.

Puoi parlarci del disco attraverso una veloce rassegna dei singoli pezzi?
“Boundless Demonication”: è una canzone che rappresenta perfettamente quello che sono i nuovi Enthroned, molto aggressiva. Rappresenta sicuramente il nesso tra quello che siamo ora e quello che abbiamo rappresentato durante gli ultimi anni.

“Infernal Flesh Massacre”: questa è la prima canzone che Nerath Deamon ha composto per gli Enthroned. Abbiamo composto questo brano nello stesso spirito di “Boundless..” e credo che potrebbe essere la giusta interpretazione delle schizofreniche visioni di un omicida.

“Spawn form the Abyss”: questa è piu’ thrashy, con un inizio molto pesante.
Il brano è molto pesante e parla delle nostre legioni che escono dall’abisso per distruggere tutto cio’ che c’è di santo. E’ una canzone in vena con quanto fatto con “Prophecies of pagan fire”.

“Bloodline”: un brano in scia con quanto fatto su “Towards…”, simile ad “Evil church” o comunque qualcosa nello stesso spirito. Ha un testo piuttosto filosofico che si basa sulla reale capacità da parte dei cristiani di capire se il loro dio esiste veramente, diciamo mettere il naso nella loro stessa merda.

“Jehova Desacration”: puro Enthroned style, molto veloce, violenta ed aggressiva. Il testo è pura blasfemia.

“Diabolic Force”: la lirica di questo brano fu composta nel 1989 per la band precedente agli Enthroned (“Morbid Death”) da Cernunnos e Sabathan riguardo la crocifissione.

“Land of Demonic Fears”: un brano senza batteria/basso e chitarra elettrica, ti conduce in un luogo dove le paure incontrano la realtà.

“Radiance of Mordacity”: canzone molto aggressiva e “groovy” con molte parti da sicuro headbanging… tratta di derisioni nei confronti di cristo.

“Graced by Evils Blood”: la nostra prima canzone “epica”. Non ci sono parti veloci… solo passaggi pesanti. Abbiamo usato alcune heavy metal vocals in alcuni frangenti per dare un taglio piu’ oscuro e atmosferico al brano. E la vera storia riguardo le infiltrazioni di veleno e le “masse nere” concepite da Dame Monvosin in Francia nel 1666.

“Carnage in World Beyond” è l’outro composta da Nerath Daemon al piano. Quello che potrebbe essere concepito come calmo in questi mondi non è detto che lo sia in altri…

Quali sono le vostre basi musicali? Quali sono le band piu’ rappresentative che hanno portato alla creazione del concept degli Enthroned?
Nessuna band ha ispirato cio’ che è nato grazie agli Enthroned, tutto è nato da noi stessi. Sabathan e Cernunnos fondarono gli Enthroned per fondere le loro convinzioni con la musica metal.
Dal punto di vista strettamente musicale siamo sempre stati influenzati da gruppi come Sodom, vecchi Mayhem, Necrovore, Destruction, vecchi Impaled Nazarene, Archgoat, Sarcofago, Maiden, Iron Angel, Venom, Bathory, Slayer, etc…

Sei un satanista? Cos’è il male per te?
Sì, mi considero un satanista ma ognuno puo’ avere una visione molto personale di questa filosofia. Io ho le mie ragioni e le mie idee…
Male? Cos’è il male? E’ solamente una parola creata dai cristiani e dagli schiavi delle religioni della luce per condannare cio’ che il loro dio considera un’opposizione alle proprie volontà. Noi usiamo semplicemente la loro parola per combatterli ecco perchè il termine “male” compare spesso insieme ad altri quali “satanismo” etc…
Fornicare con tua sorella è male? Per molta gente sì ma a chi altro deve importare se queste sono le tue decisioni e ad entrambi la cosa va bene? La parola “male” è solamente la chiave che imprigiona i nostri istinti!

Cosa pensi delle persone che hanno dato fuoco alle chiese? Intendo dire: sei d’accordo se affermo che non è un fuoco a renderci partecipe di quello che comunemente è definito “malvagio”?
Loro hanno fatto quello che volevano… se a loro la cosa divertiva… ha comunque danneggiato i cristiani ma personalmente credo sia molto piu’ doloroso e interessante colpirli dove a loro duole maggiormente: nel loro credo e nelle loro menti!

Cosa pensi del suicidio?
E’ il modo migliore di morire, scegli quando e come ma è anche il modo in cui i deboli e gli inferiori muoiono.

Quali sono le emozioni che coinvolgono i membri degli Enthroned nel processo compositivo?
Essere in armonia con noi stessi, credo sia la migliore descrizione.

Attraverso quali metodi prende vita una canzone degli Enthroned? Cominciate solitamente dalla musica o dai testi?
Dipende; alcune volte dalla musica altre dai testi… dopodiche’ uniamo il tutto scegliendo per la canzone il testo che lo rappresenta al meglio.

Sembra che il vero black metal stia seppellendo il trend che ha imperato alcuni anni fa, sei d’accordo?
No, il vero black è molto presente perchè il trend , come tutti i trend, è ormai passato e tutti i trendies si sono dati alla nuova moda del Neo-death Metal. Sicuramente ci sono ancora una marea di incapaci che non sanno quale sia la vera essenza del black metal.

Cosa pensi dell’uso della tecnologia nella musica estrema?
Se usato propriamente credo sia una cosa positiva. Satana è ovunque e il suo messaggio puo’ essere diffuso attraverso ogni mezzo, anche tecnologico. Alcune delle soluzioni tecnologiche, se usate nella maniera opportuna, possono risultare buone così come hanno fatto Aborym, Diabolicum, etc..
Anche gli ultimi due album dei Beherit, ad esempio, sono molto oscuri e malati anche senza essere propriamente metal.

Una domanda veloce: dimmi tre parole che potrebbero descrivere al meglio la musica degli Enthroned.
Satana.

Quanto sono importanti gli spettacoli dal vivo per voi?
Suonare live per noi è importante, da’ maggiore intensità alla musica e al messaggio che c’è dietro di essa. Gli Enthroned sono una live band e sempre lo saranno.

Uno dei vostri trademark è sicuramente l’uso degli assoli… difficilmente vengono inseriti in un contesto black metal. Perchè avete optato per questa scelta?
Perchè possono dare maggiore pathos ai brani e anche perchè fanno comunque parte del metal. Non riesco ad immaginare gli Enthroned senza gli assoli.

Siamo alla fine. A te le ultime grida in nome degli Enthroned.
Preparatevi per l’apocalisse!
Grazie dell’intervista, ci vedremo durante il tour!
Hail Satanas!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati