Uno dei tanti new project. Stavolta i nomi illustri a comporlo sono quelli di Timo Kotipelto (vocalist Stratovarius), Jari Limatainen e Miko Harkain (ex Sonata Artica). Il risultato è soddisfacente, la varieta’ dei pezzi risulta essere di buon auspicio e la qualita’ non viene messa in discussione, forse gente come Tolki e Kakko avranno modo di capire meglio che chi cambia il vecchio per il nuovo non sempre azzecca.
L’album inizia con “My Queen Of Winther ” canzone che introduce in maniera un po’ ruffiana quello che sara’ quasi per intero l’album e cioe’ power speed metal di stampo finnico.
Si prosegue con “More Than Friends” e si alzano i toni dell’ album trovando una delle sue massime espressioni con una song molto melodica e dal refrain inarrestabile che penso riuscira’ a convincere l’ascoltatore fin dal primo ascolto, mentre in “Oceans Of Regret” tastiere da padroni, ritmo semi orientale per poi esplodere e ritornare in tempi piu’ semplici nel finale. Si cambia atteggiamento con “Gather The Faitfhfull” pezzo strumentale molto convincente ma privo di emozioni particolari. Con “Into The Blue” non poteva certo mancare il pezzo style ballad dove Kotipelto la fa’ come al solito da padrone con la sua voce pulita e melodica, ma niente di piu’ che una semplice prova di quello che solitamente riesce ad esprimere.
Dawn Of Solace è un ritorno a quelli che furono i migliori Stratovarius, mentre “Thorn In My Side” si rivela a mio modesto parere uno dei pezzi migliori del lotto, il piu’ accattivante e veloce pieno di tecnica e stile.
E dopo due pezzi che possono passare anche inosservati o privi di considerazioni particolari come “Morpheus In A Masquerade” e “Stolen Waters” si arriva alla chiusura voce/piano di Elegantly Broken ed arriva la calma.
In generale un bell’album, un side-project riuscito, pieno di vitalita’ e fantasia,ritmi e melodia, dove il marchio di casa (quello originario di provenienza) lo si riconosce lontano un miglio, e forse proprio per questo non risulta essere del tutto originale.
Per gli amanti del sano power metal un album che al momento della pubblicazione, rispetto a quello che si è ascoltato ultimamente, risulta essere pane per i propri denti…buon ascolto.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati