La regina del metal è ancora fra noi con un doppio DVD (la cover è stata disegnata da Geoffrey Gillespie, lo stesso di “Fight” e di “Triumph and Agony”) in occasione dell’anniversario dei 20 anni di carriera della bionda di Dusseldorf. Già dando uno sguardo veloce alla tracklist si vede che di carne al fuoco ne è stata messa tanta, come d’obbligo, un bel po’ di materiale del periodo Warlock e della carriera solista.
“Für Immer” (Per Sempre), questo il titolo del doppio come la canzone conclusiva di quel “Triumph and Agony” (1987) che segnò il top ed al tempo stesso la fine dei Warlock di cui alcuni componenti originali (Rudy Graf, Peter Szigeti e Frank Rittel) si ‘persero’ per strada viste modifiche dello stile sotto l’ala protettrice della Phonogram, che puntava a Doro Pesch prima di tutto.

Dove poteva tenersi il concerto presente nel primo DVD se non in Germania ?! Più precisamente a Balve (Höhlenrock, all’interno di una caverna) in compagnia, ovviamente, di Doro, Joe Taylor (chitarra), Nick Douglas (basso), Jhonny Dee (batteria), Oliver Palotai (chitarra/tastiere) e della gigantografia della cover dell’ultimo disco, “Fight” (2002), sullo sfondo.
Le danze si aprono con “Hellbound”, title track e brano d’apertura del secondo disco dei Warlock per passare poi al primo pezzo tratto dal buon “Fight”: “Always Live To Win”. Doro è in forma e si concederà ben poco riposo durante tutto il concerto insieme al resto del gruppo fra i suoi alti e bassi come partecipazione.
Continuiamo con “True as Steel”, altro pezzo immancabile dall’omonimo Warlock per poi passare alla grande “I Rule The Ruins” e “Burning The Witches” (primo disco omonimo del 1984). Si ritorna quindi al debut solista di Doro con “Save My Soul” e “Hellraiser” (Force Majure, 1989) per poi avvicinarsi con “Love Me in Black”, altra title track del 1998 (unico disco per la WEA Records) e ritornare al passato con la title track del DVD “Für Immer”.
Si procederà così ripercorrendo in modo più o meno casuale tutta la carriera di Doro passando per “East Meets West” (“Triumph and Agony” è stato giustamente saccheggiato), “Fight”, “All We Are” dove, un quasi preso in contropiede Palotai, si ritrova davanti il microfono messo da Doro per esordire con un ‘all we are’ degno di uno zombie appena risvegliatosi in un film di Carpenter….. ma sforzandoci possiamo perdonarlo.
Si continua quindi arrivando fino al momento acustico di “Undying” e “Constant Danger”, breve pausa e risale il ritmo che ci porterà alla fine del The Cave Concert con “Metal Tango”. Gran concerto!
Nota particolare la possibilità di mettere i sottotitoli con i testi delle canzoni.

Ok, fine, ma il primo DVD ha ancora qualcosa da scoprire: ci aspetta un breve Making of (3 min) dello show ed una raccolta di video “d’epoca” e recenti dove spunta anche Regina Halmich, campionessa mondiale WIBF di box femminile, nel video di “Always Live To Win”, “Fight” e nella Photo Session sul secondo DVD.
Tra parentesi nei due video sopra citati, che sono collage di pezzi live, ci sono anche brevi panoramiche dello Stadio Brianteo di Monza quando Doro ha partecipato al Gods of Metal 2002 (che occhio di falco buahaha).

Passiamo al secondo DVD, con sottotitoli anche in italiano, che parte con un documentario che ripercorre l’inizio della carriera di Doro fin dalla sala prove con gli Snakebite per arrivare al presente.
Si passa poi alla trasferta in Australia (2003) con Doro Downunder, più che del concerto vero e proprio riprende i retroscena delle giornate comprese visite turistiche a zoo con canguri, ecc.
Terzo capitolo “A True Fan”, in pratica un tour, con la tedesca che racconta qualche aneddoto, in casa di Rene, un metallaro che ha tappezzato le pareti e soffitti con poster, picture disc, foto e simili in particolare con materiale di Doro e non manca un simil-altare a lei dedicato (!).
Raccolta di bootleg con Access All Areas tra i quali Doro alle prese con “Man On The Silver Mountain” in compagnia dei Mago de Oz in Spagna, “Born To Raise Hell” a Londra con i Motorhead, “All We Are Are” con Jean Beauvoir ed un Blaze Bayley che spunta nel backstage del Bang Your Head 2002.
Arriviamo quindi ad un paio di chicche, beh credo che vi capiterà poche volte di poter sentire canzoni come “Burn It Up” o “I Rule The Ruins” in versione sinfonica, infatti ci aspetta Doro Meets Symphony, due occasioni in cui la tedesca si accompagna ad una orchestra sinfonica, la seconda delle quali in un ambiente un po’ più metal ma anche la prima vede la presenza di metallari affiancati a persone in frak, comunque un pubblico molto caldo.
Discografia e Photo Session con Regina Halmic di cui vi ho parlato prima e ci avviamo alla conclusione anche del secondo DVD con la seconda parte dell’Access All Areas che comprende altre registrazioni come Wacken 2002, Bang Your Head 2002 ed una recording session di Salvaje (Fight).

Bene, dopo questa mole di materiale possiamo anche riposarci e mettere nella nostra teca un pezzo di storia… Certo i fan non dovrebbero lasciarsi sfuggire questo DVD, ma anche quei pochi che non hanno mai seguito Doro o i Warlock (pazzi!!!) dovrebbero darci un’occhiata.
Personalmente… Da avere!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati