“…After the end…” dei Vlad In Tears è un demo che non mi ha decisamente colpito in positivo. Questi ragazzi propongono infatti un love metal molto derivativo (le note allegate al demo dicono che la band inizialmente era dedita a coverizzare gli H.I.M., cosa che non fatico a credere) e i loro pezzi non sono nemmeno particolarmente riusciti. A questo si aggiunge pure una produzione un po’ scarsa (sulla quale però si può anche chiudere un occhio, considerando che si tratta di un demo, ma solitamente anche in questo ambito viene fatto di meglio) e pure un cantato non del tutto convincente… Insomma, mi dispiace per i Vlad In Tears ma per quanto mi riguarda “…After The End…” non raggiunge la sufficienza. Per il futuro il mio consiglio a questi ragazzi è quello di cimentarsi con meno pezzi (11 tracce per un demo sono tantissime), curando magari di più i brani dal potenziale più alto, che bisogna cercare di rendere più personali, e possibilmente cercando di registrarli meglio.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati