A leggere dalle note allegate al disco le vicende dei Winter Of Life sono state abbastanza travagliate e questo “Parentheses” ha visto la luce con qualche difficoltà. Non so se in qualche maniera i cambi di lineup ed i ritardi di uscita abbiano influenzato le composizioni, in ogni caso trovo che questo lavoro abbia diverse potenzialità, ma sia ancora un po’ immaturo. Andando nello specifico, la musica di questi napoletani è un gothic con diverse influenze (ci sono pure degli stacchi quasi fusion) che alterna momenti più tranquilli ad altri più rabbiosi, cerca le atmosfere ma si abbandona anche a sfuriate, purtroppo però i vari elementi del sound non sono tutti sullo stesso livello qualitativo. Mentre infatti le parti più tranquille ed evocative (ed anche i momenti vagamente fusion) non sono per nulla disprezzabili, le parti più rabbiose invece non mi hanno convinto sempre. Perchè rovinare delle belle atmosfere con delle schitarrate o dei growl che spesso francamente poco dicono? Purtroppo questa è una cosa che rovina molti lavori di band alle prime armi (e non solo), non è mica obbligatorio inserire degli stacchi “cattivi” dappertutto… Basti pensare a “Last night (like the next one)”: è un buon pezzo dall’apertura molto piacevole e con qualche sfuriata che non infastidisce, che bisogno c’era di inserire il growl quando bastava la voce un po’ “urlata”, che tra l’altro ci sta pure meglio (lo si vede nei momenti in cui è usata)? Saranno anche gusti, però mi pare che le tracce peggiori siano quelle più “rabbiose” (come “be{for[ev(H)er]}”), mentre invece l’intro (molto atmosferica) prometteva benissimo… che poi ad essere onesti qualche piccolo appunto va fatto anche alle parti col cantato in pulito (che non è malvagio ma a volte suona un po’ “incerto”), tuttavia da un demo questo lo si può accettare (come anche la produzione un po’ debole). Globalmente comunque “Parentheses” è interessante, inoltre ho la sensazione che togliendo alcune incertezze (soprattutto nei due cantanti e nella produzione) e magari limitando un po’ le parti estreme i Winter Of Life possano produrre delle cose ancora più interessanti.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati