Davvero imponente questa raccolta edita dai Winger, una vera e propria apologia della band che getta sul piatto della bilancia quasi quaranta versioni demo delle proprie canzoni, tra le quali anche dieci del tutto inedite.
Dopo l’ottima riuscita del bellissimo “IV”, la Frontiers Records decide di mettere altra carne al fuoco e spalleggia con orgoglio la nascita di questo progetto. L’operazione, evidentemente destinata ai soli fan della band, ha innanzi tutto un grosso pregio: poter confrontare le due versioni esistenti di ogni singolo brano e notare quanta differenza fanno, sul risultato finale di ogni lavoro, la fase di arrangiamento e quella di post produzione. Possibile, poi, il paragone stilistico tra i brani più datati e quelli più recenti, in parte diversi e sicuramente più maturi. Non mancano alcuni pezzi da novanta come “All I Ever Wanted”, dai risvolti catchy e sbarazzini, ed episodi meno appariscenti come “Only Love”, ridimensionata di parecchio in questa versione pre-master.

In questo senso, “Demo Anthology” è un vero e proprio colosso sonoro, davvero difficile da digerire se non si conoscono gran parte dei brani presentati. Sulla qualità altalenante dei brani inediti (molto carina “Star Tripper”) non si può certo aggiungere molto, evidentemente molti di questi sono scarti di recording session o b-side mai utilizzate sino ad ora.
Alla fine, comunque, credo che “Demo Anthology” rappresenti una vera e propria ghiottoneria per ogni fan di Kip Winger e soci, in grado di tenere testa per oltre due ore di musica e di presentarci la band attraverso una dimensione sonora più sporca e tipicamente rock.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati