Cavalcando l’onda del successo delle sonorità “core”, la Trustkill intraprende l’iniziativa tanto commerciale quanto fascinosa di lanciare sul mercato europeo la ristampa di ‘The Bound Feed The Gagged’. Come il lettore più attento sicuramente ricorderà, il disco in questione rappresenta il debutto della famosissima band di Detroit, ora su Roadrunner e particolarmente nota per la presenza della carismatica e dotata Candace dietro il microfono. Inutile e retorico, dunque, tracciare le coordinate di un disco su cui è stato detto tutto ed il contrario di tutto e sul quale, chi ha interesse, non aspettava certo il parere di una recensione per decidere circa un eventuale acquisto. Questo perché il disco viene rilanciato in maniera totalmente fedele all’originale e perchè, anche per il valore artistico dello stesso, l’uscita ha, a priori, il sapore della release orientata al collezionista. Quello che si lascia colpire a memoria dall’acerbo hardcore imbastardito di thrash di una band che all’esordio mostra tutte le debolezze delle proprie influenze, quello che trova fascino nelle tracce di femminilità che ancora emergevano dalle corde vocali della Kucsulain, quello che si emoziona nel ricordare un sound ruvido apparente antenato delle iper-pompate produzioni metalcore odierne, quello che non può fare a meno di aggiungere un altro anello alla propria collana musicale.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati