Rispettabile album di debutto che segue a un EP “Room Of Truth” per questo nuovo progetto di rock progressive da parte del duo Jeff e Vince Vaughn Buonassi dal titolo Vonassi, ennesimi adolatori del buon prog, ma non per questo centrare in pieno tutte le caratteristiche che tanto distingue il genere da altri.
Il suond dei Vonassi appare di fatto al passo con i tempi che corrono, dimostrando talento con il rischio purtroppo di risultare puntualmente scontati e banali. Va detto comunque a difesa del gruppo che le gradite venature progressive presenti su “Strong Arm Welfare” e la conclusiva “Coiled” di ben undici minuti o il rock controverso di “Authenticity”, contribuiscono indubbiamente a rendere piu’ interessante l’ascolto delle dodici tracce proposte. Valido il songwriting, vuoi per determinati arrangiamenti, vuoi per sferzate decisamente rock in grado di attenzioni particolari da parte dell’ascoltatore, anche se ripeto non proponendo mai niente di nuovo all’orizzonte.
Il risultato ha dei momenti in cui tutto funziona alla perfezione e altri in cui le due anime fondatrici non sembrano amalgamarsi come dovrebbero, muovendosi in una direzione che ha un filo logico. Buona inoltre la tecnica anche se nel risultato complessivo si confonde con le idee non sempre messe al punto giusto. Non un capolavoro quindi, anche se meritano piu’ di un semplice plauso, rischiando pero’ di risultare “ostico” o “indigesto” ai fan del genere. Band da tenere sotto attenta osservazione..

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati