Quando leggo delle note al promo simili a quelle che accompagnano questo “Kick Back The Rug & Everybody Dance” mi irrito subito. Sono sempre sospettoso nei confronti di descrizioni che dipingono una band come rivoluzionaria e sconvolgente, figuriamoci poi quando leggo queste cose riferite ad un prodotto della Casket… nel caso dei Victory State sembra proprio che abbia fatto bene ad essere così diffidente, questo ep è infatti il classico disco inutile tipico dell’etichetta appena citata, contenente un rockettino molto popeggiante con qualche influenza emo e qualche reminiscenza indie. Di originalità non c’è la minima traccia, di sconvolgente c’è solo la faccia tosta con cui viene lodata una band dozzinale, l’unica cosa che si ha sono quattro tracce decisamente orecchiabili e carine (gradevoli, questo sì), ma altrettanto vacue.

“Kick Back The Rug & Everybody Dance” si merita quindi una vana sufficienza da disco passabile ma del tutto inutile ed evitabile (tra l’altro contiene solo quattro pezzi…), l’unica cosa degna di nota è che a quanto pare tutto il ricavato di questo ep andrà in beneficenza, il che non è male ma non cambia di una virgola quanto detto a proposito della musica della band.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati