Raggiunto telefonicamente da Torsten Richert, bassista dei tedeschi Vanden Plas, ho l’occasione di scambiare con lui quattro chiacchiere a proposito del nuovo album della band, “Christ.0”. Ecco quello che ci siamo detti…buona lettura!

Ciao Torsten, sono Daniele di Heavy-Metal.it e ti dò il benvenuto in Italia e sul nostro magazine. Come stai? E che cosa stai facendo in questi giorni?
Ciao a te Daniele e grazie per l’intervista e per lo spazio che dedicate ai Vanden Plas. Io sto molto bene in questi giorni e sono terribilmente occupato con la promozione del nuovo album e sto facendo parecchie interviste.

Ok, iniziamo a parlare del nuovo album. Vorrei farti i miei complementi per “Christ.0” album che trovo davvero molto interessante e soprattutto penso che sia il migliore della vostra carriera. Quanto tempo avete impiegato per comporlo e registrarlo?
Oh, grazie per tutti questi complimenti, fanno sempre molto piacere. Non abbiamo impiegato tantissimo tempo a comporre il materiale del nuovo album, anche se è un po’ diverso dalle nostre precedenti releases. Alcune canzoni sono state composte tempo fa, mentre altre invece sono molto recenti. Alla fine eravamo pronti a registrare l’album circa due anni fa, ma non abbiamo avuto tempo in questo periodo in quanto sono accadute un sacco di cose come il cambio di management da parte della band e soprattutto il fatto che Andy doveva finire di produrre il suo solo project, Abydos. Alla fine abbiamo aspettato che Andy finisse di produrre e pubblicasse Abydos per permettergli subito dopo di lavorare ai testi del nostro nuovo album.

Il titolo del nuovo album è piuttosto enigmatico: qual è il significato di “Christ.0” e perchè avete scelto un titolo così strano?
Ok, prima di tutto quest’album rappresenta un’altra maniera di pensare a Cristo. L’intero album si basa sul libro “Il conte di Montecristo” di Alexandre Dumas. Abbiamo quindi giocato sul significato della parola “Cristo” e l’abbiamo trasformata in “Christ.0” perché comunque il personaggio del nostro racconto non è Cristo. Il nostro personaggio inoltre non crede in Cristo e non crede nella sua fede.

Chi è lo strano personaggio disegnato sulla copertina dell’album?
Prima di tutto ci tengo a precisare che non è un disegno, ma è una fotografia. Fondamentalmente rappresenta il personaggio principale su cui si basa tutto l’album ovvero il conte di Montecristo, Christ.0 nella storia da noi descritta. Questo personaggio è un serial killer e per questo motivo è ritratto con una pistola in mano. Non è rappresentato come nel libro di Dumas, ovvero come una buona persona. Abbiamo cercato di dare una visione diversa del personaggio principale facendolo diventare un serial killer in quanto vive in maniera distorta le sue illusioni e il suo credo.

Mi puoi dire quali sono I temi principali delle nuove canzoni per favore?
Beh, per questa domanda dovresti parlare direttamente con Andy, è lui che si occupa di tutti i testi dei Vanden Plas. Ad ogni modo ti posso dire che “Christ.0” è un concept album, e come ti ho detto prima è ispirato dal libro di Dumas “Il conte di montecristo”. E’ posizionato in un altro tempo e soprattutto vede il personaggio principale sotto un altro punto di vista. I testi descrivono da un punto di vista cronologico il suo cambiamento interiore.

Quali sono le emozioni che questo nuovo album ti trasmette?
Personalmente sono molto orgoglioso di questo nuovo album sin da quando, nei quattro anni precedenti, le canzoni erano soltanto dei singoli demo con una registrazione pessima e con nessun’intro. Ora che siamo entrati in studio e che le abbiamo registrate bene penso che i nuovi pezzi suonino alla grande e ne sono davvero fiero! È stata un’esperienza magnifica!

Se ben ricordo tempo fa siete stati impegnati in una produzione teatrale chiamata “Nostradamus”, vuoi parlarcene?
“Nostradamus” fu un musical nel quale Andy interpretava il personaggio principale e noi eravamo posizioni all’interno dell’orchestra e abbiamo suonato assieme ad essa per tutto il tempo. Abbiamo speso davvero molto tempo per poter realizzare questo musical ed è stata un’esperienza meravigliosa poter suonare con una vera orchestra e soprattutto è stato davvero fantastico riuscire ad unire la musica rock con un’orchestra e a portare il nostro lavoro on stage

Sulla canzone “January sun”, avete suonato con un coro di quaranta persone: avete intenzione in futuro di suonare con un’orchestra reale?
Se ne avremo la possibilità certamente lo faremo. Il fatto è che fare una cosa simile costa un sacco di soldi. In “Christ.0” abbiamo avuto la possibilità di registrare solo alcuni strumenti perché aver avuto per noi un’intera orchestra sarebbe stato davvero troppo costoso. A ogni modo potevamo anche avere la possibilità di registrare “Christ.0” con un’intera orchestra ma non l’abbiamo fatto soprattutto per una questione di tempo in quanto bisognava in ogni modo ri-arrangiare tutti i pezzi per l’orchestra. Alla fine non abbiamo avuto molto tempo perché quando stavamo registrando l’album eravamo in ogni modo coinvolti nella produzione di Abydos messo on stage nel Pfalztheater theatre.

Avete intenzioni di partire in tour?
No, non inizieremo un vero e proprio tour. Suoneremo solo in alcuni festival in quanto Andy è ora molto occupato con i suoi progetti teatrali e interpreterà Abydos assieme a noi in alcuni teatri. Lui per esempio ha già suonato a Dortmund per il “The Rocky Horror Show” e in Aufsburg per il musical “Jesus Christ superstar”. Sarà quindi quasi impossibile riuscire a far coincidere la due cose. E se avremo la possibilità verremo anche in Italia!

Registrerete mai un DVD?
Si, ne abbiamo già parlato anche se ancora niente è sicuro…tuttavia dovremmo farlo.

Ok, grazie per il tempo che mi hai concesso per l’intervista, ti lascio uno spazio per dire ciò che vuoi ai nostri lettori!
Ciao a tutti, sono Torsten Richert dei Vanden Plas; amo tutti i fans italiani e sono molto contento di tutto il supporto che ci date. Spero di vedervi davvero molto presto per un nostro concerto e spero che il nostro nuovo album vi piacerà!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati