Romagnano Sesia Ë da tempo teatro dei migliori live shows del nord Italia, offrendo al proprio pubblico nomi di rilievo come i Royal Hunt, ma anche inaspettate e talentuosissime sorprese come voialtri STAMINA! Heavy-metal.it vi porge i più calorosi bentornati, ed è felice di fare una bella chiacchierata con voi.

Luca – Il piacere è tutto nostro!

Fatemi una piccola overview sulla Vostra band: storia, influenze, line-up, insomma imbrattatemi per bene questa pagina, affinchè tutti possano leggere chi sono gli STAMINA!!!

Luca – Ho formato la band all’inizio dell’estate del 2001 ed il primo con cui entrai in contatto fu proprio il nostro attuale tastierista Andrea Barone, che insieme a me è l’unico rimasto della formazione originale. Inizialmente suonavamo un power metal neoclassico molto canonico, ma dopo circa un anno iniziai ad introdurre nel mio songwriting anche elementi progressive, hard-rock e fusion, che caratterizzano in effetti il nostro sound attuale.
Abbiamo all’attivo 2 album ufficiali: il primo è “Permanent Damage“, pubblicato sul finire del 2007 dalla vicentina Heart of Steel records ed ormai fuori catalogo da un bel po’; il secondo è “Two of a kind“, pubblicato l’8 ottobre del 2010 dalla tedesca Rock it up/Ice warrior records e distribuito in Italia da Audioglobe e Andromeda dischi.
Su entrambi i dischi ci sono Giorgio Adamo alla voce e Roberto Chiumiento al basso, ma entrambi hanno dovuto lasciare la band ormai da quasi da un anno. I nuovi arrivati sono il cantante Jacopo Di Domenico e il bassista Lorenzo Zarone. Per quanto riguarda il batterista invece non ne abbiamo uno fisso da anni, quindi ormai ci siamo abituati ad avere a che fare con il “session man” di turno.
Il nostro sound è un mix di hard-rock melodico e progressive metal, con lievi influenze neoclassiche e funk/fusion.

Il Vostro live mi ha colpita moltissimo, siete tutti quanti molto sicuri sul palco, ottimi strumentisti, voce eccezionale davvero, performance priva di sbavature, anche quando dal backstage piovono piatti e bicchieri di carta, e all’improvviso arriva un’impresa di pulizia a fare ordine mentre suonate! :-P

Luca – Ahahahah i Royal Hunt ci hanno fatto questo scherzetto assurdo in occasione dell’ultima data con loro a Romagnano…Non so se ci hai fatto caso, ma quando li abbiamo visti improvvisamente salire sul palco muniti di mazze da scopa, stracci e scopa elettrica ci è venuto da ridere così tanto che non riuscivamo a continuare a suonare…che matti scatenati eheheh!!

E ora, parliamo un pò del tour con i Royal Hunt: come siete venuti in contatto con loro?

Luca – Sul nostro album più recente, “Two of a kind”, ci sono ospiti su alcuni brani il loro primo cantante Henrik Brockmann ed il loro corista in studio Kenny Lubcke. Henrik registrò le sue parti nello studio di Andrè Andersen e quindi fu così che fummo ascoltati per la prima volta dal “mastermind” dei Royal Hunt.
In seguito ho stretto amicizia su facebook anche con altri membri della band, in particolare col batterista Allan Sorensen, al quale inviai in regalo una copia del nostro cd. Ad Allan piacque molto e mi disse che lo aveva fatto ascoltare anche ad Andrè Andersen, mentre erano diretti in auto verso la Svezia per i missaggi del loro ultimo album e che anche Andrè aveva apprezzato il lavoro. Così, incoraggiato da ciò, appena seppi che sarebbero venuti a suonare in Italia decisi di contattare direttamente Andrè per proporre i miei Stamina come band di supporto. La sua risposta andò oltre le mie più rosee aspettative: mi propose di supportarli per l’intero tour europeo! Il giorno dopo ricevetti una mail dal loro manager Michael Raitzin con tutti i dettagli, il resto è storia ormai….

Com’è stato viaggiare cosìa stretto contatto con un big? Che tipo di rapporto si è creato? Cosa vi hanno insegnato?

Luca – E’ stata un’esperienza surreale per noi, tutti i membri della band e dello staff sono delle persone squisite. Nessuno di loro si dà arie da “rockstar”, sono tutti molto umili, gentili e buoni di cuore. Per me che sono un fan accanitissimo della band sin da quando ero ragazzino scoprire che oltre ad essere dei grandi artisti sono anche delle grandi persone è stata una gioia immensa. Ora che li ho conosciuti ed ho vissuto per un po’ con loro in giro per l’Europa sono ancora più fiero di essere loro fan! Ci hanno messo da subito a nostro agio e ci hanno trattati come se fossimo stati parte della loro “Royal family“. Abbiamo imparato tantissimo da loro su cosa significa essere dei grandi professionisti, ogni sera che li guardavamo suonare ne traevamo qualche nuovo insegnamento e ci hanno dato tanti buoni consigli chiacchierando per ore ed ore mentre eravamo in viaggio.
Inoltre abbiamo incontrato tanta bella gente  tra il pubblico che è venuto ai concerti in Olanda e Spagna. Dopo la nostra performance molti son venuti a chiederci autografi, foto, dediche sul booklet del cd…Ci abbracciavano, ci sorridevano, ci dimostravano il loro affetto. E’ stato come se tutta l’energia che trasmettevamo a loro dal palco con la nostra musica ci ritornasse indietro moltiplicata per cento volte, riempiendo i nostri cuori di gioia. Anche in occasione dell’ultima data  il pubblico di Romagnano Sesia è stato calorosissimo e gentilissimo con noi! E’ stato un tour magnifico, rimarrà per sempre nei nostri cuori.

Avete qualche progetto per l’imminente futuro?

Luca – Nel giro di un paio di mesi tenterò di ultimare la stesura dei brani per il nostro terzo album. Speriamo di ultimarne le registrazioni entro la fine dell’anno e magari di trovare un contratto discografico migliore. Come dice una canzone dei Royal Hunt: “Time will tell”.

Bene, per ora è tutto. Vi ringrazio per il tempo dedicatoci, e spero di vedervi calcare i palchi più fighi che esistono, che ve lo meritate proprio ohibò!

Luca – Grazie infinite Laura per i tuoi gentilissimi complimenti e per quest’intervista. Invitiamo tutti i lettori della vostra webzine ad ascoltarci su www.myspace.com/staminaband, www.facebook.com/staminaitalianband, www.reverbnation.com/stamina . Gli interessati all’acquisto ad un prezzo scontatissimo del nostro album più recente “Two of a kind” possono contattarmi sulla mia mail personale lucastamina@libero.it
Grazie a tutti, ROCK ON!!!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati