Sembra inesorabilmente placarsi l’influenza del carismatico (e ormai ex singer) Lord Vampyr sui romani Theatres Des Vampires e il nuovo ‘Anima Noir’ è qui per ribadirlo fermamente.

Il CD, infatti, apporta una svolta elettronica davvero pesante all’intera discografia della band incentrandosi tra l’altro su coordinate musicali prettamente gothic metal e non più black come in passato. La voce di Sonya trova così la sua dimensione ideale e anche le soluzioni adottate dal resto della compagine sembrano puntare a un mercato senz’altro molto più consistente e easy listening senza per questo rinunciare al classico immaginario horror vampiresco che ha sempre contraddistinto la band. Dal punto di vista musicale ‘Anima Noir’ è dunque un CD di estrema rottura con il passato, consapevolmente ideato per dare una svolta decisiva alla propria carriera: i fan che già avevano mal digerito la dipartita di Lord Vampyr probabilmente oggi non hanno più motivo di seguire la compagine, anche perchè i Theatres Des Vampires sono intenzionati a non rimpiangere nulla di quanto fatto in passato. Sembrano quasi un gruppo nuovo e il disco li premia in parte, in attesa di una (nuova) maturazione che ne consolidi dal profondo i cambiamenti prinicpali.
Il loro gothic moderno ha delle buone carte da giocarsi e in futuro la compagine potrebbe trarre enorme giovamento da questa nuova pelle artistica. A patto che una buona dose di personalità sia comunque recuperata…

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati