Era il 2003 quando mi capitò sottomano il primo demo dei The Sun Of Weakness, un lavoro che mi era sembrato interessante, ma che purtroppo soffriva di una produzione assolutamente inadeguata. Dopo quell’uscita ho perso di vista il gruppo, ma ora ho letto che sono stati rilasciati altri due demo prima di firmare per la My Kingdom Music (il secondo dei quali dovrebbe essere contenuto per intero in questo “Trompe L’Oeil”). I The Sun Of Weakness sono l’ennesimo gruppo inseribile nella ormai famosa “scena romana”, che vede nei Novembre i propri padrini (non a caso Giuseppe Orlando collabora spesso, come in questo caso, per mezzo dei suoi The Outer Sound Studios), ed infatti la band succitata è un’evidente ispiratrice della musica di questi ragazzi (ma, come si può intuire, non è difficile trovare in questi brani tracce di Katatonia o Anathema e persino, come segnalato nelle note allegate al promo, degli A Perfect Circle). Quanto questa scena inizi ormai ad essere satura lo sappiamo tutti, tuttavia “Trompe L’Oeil” mi è parso più incisivo rispetto, ad esempio, a “Dreams Are Distant Memories” degli Oblivio (altro disco simile uscito sempre in questo periodo per la My Kingdom Music), il che non è una cosa da poco. Il debutto dei The Sun Of Weakness risulta quindi capace di farsi ascoltare dall’inizio alla fine senza stancare ed i richiami ad altre band non disturbano più di tanto, come invece accade in altri casi.

Alla fine “Trompe L’Oeil” si merita quindi un bel 4/5 poichè, pur non inventando nulla di nuovo, svolge davvero bene il suo compito ed ascoltare un lavoro simile in questa stagione è davvero un piacere (per chi apprezza queste sonorità, ovviamente). Adesso non resta che sperare che la “scena romana” continui a crescere e si evolva sempre di più, poichè a questo punto il rischio è che cominci a sfornare una moltitudine di band clone…

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati