Dopo il discreto successo riscosso dai The ring con il loro album di debutto intitolato “Tales from Midgard” mi appresto a intervistare Marcus Jidell, mente del gruppo, che si dimostra comunque un po’ avaro di parole nel rispondere alle mie domande.. meno male che il disco è di contenuti nettamente diversi! Buona lettura!

Ciao e benvenuto su H-M.it! Innanzi tutto vorrei farvi i miei complimenti per il vostro cd di debutto e che ne diresti di iniziare la nostra chiacchierata presentandolo proprio ai nostri lettori?
Tra me e Jakob era nata l’idea di creare un disco di heavy metal vecchio stile, il genere con il quale eravamo cresciuti e poi logicamente di apportare qualche cambiamento al sound proposto. Iniziammo quindi a scrivere qualche canzone e alla fine chiedemmo a Pontus di unirsi a noi.

“Tales from midgard” è la prima parte di una trilogia dedicata al signore degli anelli: com’è nata quest’idea?
Tolkien è uno dei motivi che ha ispirato quest’album, così come lo sono molti altri autori con i quali siamo cresciuti leggendo le loro opere. Tolkien è sicuramente uno dei miei autori preferiti di tutti i tempi, ma questo non vuol dire che nel cd siano presenti solo sue storie.
Durante il processo di scrittura dell’album, così come rivela il titolo, sono stato fortemente ispirato anche dai Racconti di Midgard con i miti della sventura di Favners e da tutto quello che ruota intorno alla mitologia di Richard Wagner e il suo Rheingold.

I nuovi pezzi saranno all’incirca come quelli proposti in “Tales from Midgard” o prevedi un’ulteriore evoluzione del vostro sound?
Penso che in “Tales from Midgard” siamo riusciti a proporre un particolare suond che stavamo appunto cercando e che volevamo realizzare. Molto probabilmente nei prossimi album lo renderemo un tantino più heavy. Non stiamo tuttavia pianificando di realizzare un album uguale al precedente in ogni caso… si vedrà in futuro!

Come sono nati i The ring e perché avete scelto questo nome per la band?
The ring è un nome naturale per una band che ha l’intenzione di scrivere musica e testi incentrati sui diversi miti e leggende riguardanti gli Anelli che ci hanno tenuto “compagnia” durante questi anni.

Siete già a buon punto con la stesura dei brani degli altri due cd?
Si’, abbiamo già un gran numero d’idee per il prossimo album, e sono grandiose!

Farete un tuor di supporto al cd da headliner o come spalla per qualche gruppo più importante?
Penso che faremo entrambe le cose. Siamo musicisti e ci piace esibirci dal vivo, così andremo in tour e suoneremo i nostri pezzi per un pubblico live.

Come sta accogliendo la stampa mondiale il vostro nuovo album?
Devo dire che è stato accolto molto bene. Personalmente spero che il cd posso infiammare gli animi di tutti i metal fans che lo ascolteranno.

Cosa prevedi per il futuro dei the ring?
Continueremo a scrivere ed a suonare la nostra musica così come la gente spero continuerà a seguirci (speriamo per un bel po’ di tempo).

Qual è la canzone che preferisci all’interno dell’album e perché?
La canzone che maggiormente preferisco è “Halls of doom”.. una mazzata sonora con grandissime melodie.

Siete completamente soddisfatti di questo cd o cambiereste qualcosa?
Ci sono sempre cosa che vorresti cambiare una volta che il cd è finito, ma in ogni modo posso dire che abbiamo fatto un buon lavoro e che non cambierei niente.

Siamo in chiusura. Un saluto ai nostri lettori..
Spero davvero che molti di voi possano sentire il nostro album, ci vediamo in tour!
STAY METAL! Grazie a te ai lettori di H-M.it.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati