I belgi The Dying, dopo aver pubblicato il demo-CD ‘Jesus To Judas’, debuttano per Drakkar Records con ‘Triumph Of Tragedy’. Un disco che è un assalto thrash/death in piena regola, influenzato da compagini come Kreator, Exodus, The Haunted, At The Gates e caratterizzato inoltre da una produzione sonora davvero potentissima.

I canovacci del settore sono rispettati con grande attenzione, i ritmi sono ovviamente sostenuti ma il CD non aggiunge nulla di nuovo a quanto già detto da altri in questo settore. Il suo compito è essenzialmente un altro: coinvolgere l’ascoltatore per l’intera durata del platter e, messa in questi termini, ‘Triumph Of Tragedy’ riesce piuttosto bene nell’intento. Sound tagliente, ottimi spunti melodici, vocals abrasive e soluzioni ritmiche comunque accessibili e mai estreme tout court. Insomma, un prodotto che sa guardare al passato con rispetto e che riesce, nell’arco di appena quarantacinque minuti di musica, a farsi apprezzare per una rivisitazione del settore thrash/death coerente e motivata. Tutti i fan di queste sonorità possono tranquillamente abbeverarsi alla fonte dei The Dying…

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati