Anche per “World’s Best Kept Secret”, come nel caso del cd “Five Men Live”, la pubblicazione dei Talisman è davvero ricca, interessante e doppia.

Il pimo disco, se escludiamo 3 brani in versione multiangolo, raccoglie le due esibizioni che compongono il già citato live (ad eccezione di “Crazy” e “I Don’t Know” per il concerto al Club Mondo), la seconda in bianco e nero, stranamente perchè nel secondo DVD si vedono poi delle immagini prese appunto da questo concerto a colori.

Vedere ciò che prima avevamo solo sentito ed immaginato è un’esperienza strana e curiosa, e se è vero che in questo passaggio si perde qualcosa (un po’ come dai libri ai film per intenderci) è altrettanto vero che l’apprezzamento per l’esibizione nel suo complesso tutto sommato ne guadagna. Quale preferire dunque? Probabilmente la seconda. Ma al di là del collezionismo e delle svariate possibilità di utilizzo di un CD, e alla luce della diffusione sempre maggiore dei lettori DVD, su cosa conviene puntare o punteranno in futuro i discografici? Sarà questa la tendenza per i live, almeno per i gruppi più importanti e con maggiori disponibilità economiche? Staremo a vedere.

La qualità dei due concerti non è certo eccelsa, ma stiamo parlando di quasi due ore di musica, e quindi pretendere di più dalle capacità del supporto ottico mi pare forse eccessivo. Il gruppo comunque si conferma affiatatissimo anche dal punto di vista scenico, e se apprezzate il genere è facile ipotizzare, alla luce del convincente spettacolo fornito, che non vi farete scappare certo l’opportunità di andarli a vedere nel caso passassero dalle vostre parti.

Il secondo disco, oltre a dei bonus diversi dal solito, come la discografia con un brano preso da ogni CD (“Dangerous”, “Time After Time”, “Standing On Fire”, “Humanimal” i primi quattro, gli altri scopriteli voi) per un totale di 54 minuti di musica, contiene un documentario molto intrigante, che partendo dal presente ripercorre tutta la carriera del gruppo, dall’esordio ai giorni nostri, attraverso le immagini di numerosi live (tra cui una data all’Indian’s Saloon milanese, la tournee in Giappone del 1993, il festival belga di Lokeren), video ufficiali, riprese in studio, scherzi, vita “on the road”, Pontus Norgren etc etc. Ovviamente spesso si tratta di riprese vecchie o amatoriali, quindi non aspettatevi una qualità degna dei migliori DVD, ma il montaggio è sicuramente riuscito e troverete parecchie cose curiose e simpatiche (come ad esempio le parolacce di Soto in italiano).

Sono presenti pure tre brani nascosti “Separate Ways” e “I Am A Viking” (cover dei Journey e dell’Yngwie Malmsteen Rising Force) dal tour in Giappone e un collage di 7 minuti di “I’ll Be Waiting”, e mi piace sottolineare, proprio in coda ai credits, il ricordo a Dimebag Darrell.

Insomma, un buon prodotto per una band in grande forma, che sono sicuro soddisferà tutti gli appassionati e chi, come me, non ha avuto ancora la fortuna di vederli di persona.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati