Leggendo l’elenco degli impegni e delle collaborazioni di tutti e quattro i membri dei Talisman, c’era da perdere la speranza di vedere troppo presto nuove uscite della band…ed invece, ecco che “quei quattro” hanno sorpreso nuovamente tutti annunciando l’uscita del proprio settimo album in studio intitolato, pensate un po’, “7”.

Fiore all’occhiello della scena hard rock melodico fin dal primo LP del 1990, nonostante la propria storia travagliata (cambi di line-up, problemi con le etichette…) i Talisman non hanno mai tradito le aspettative, sfornando sempre lavori di qualità entusiasmante.

“7” non fa eccezione, ammorbidendo in parte il sound rispetto all’ultimo album ma mantenendo intatte tutte le caratteristiche vincenti della propria proposta.
Riecco quindi il fantastico basso di Marcel Jacob a dispensare tonnellate di groove e dare tre marce in più ad ogni pezzo (basti ascoltare l’irresistibile “Succumb 2 My Desire”), i soli perfettamente integrati di Akesson (“Shed a Tear Goodbye”), lo stile sciolto e trascinante di Borger (“End of the Line”) e, naturalmente, l’incredibile voce dell’altro fenomeno della band, Jeff Scott Soto, grandioso in ogni pezzo fino all’apice della conclusiva, sofferta “Back 2 the Feeling”.

Il talento dei quattro è al servizio di un songwriting di classe superiore, che non disdegna nuovi spunti (l’incedere vagamente “caraibico?” di “Troubled Water”, il piglio sbarazzino di “On My Way”) ma soprattutto lascia sbalorditi per il fascino e l’impatto delle melodie sia nei pezzi più diretti (“Nowhere Fast”) che in quelli più complessi (“Rhyme or Reason”, forse il brano migliore del CD).

Poco importa quindi che rispetto all’eccellente “Cats and Dogs” i suoni si siano fatti meno pesanti e si sia privilegiato, al prezzo di un lieve calo di tensione nella parte più centrale del disco, l’aspetto melodico della proposta: i Talisman sono una band che, anche grazie al supporto dell’etichetta nostrana Frontiers, continua a essere un punto di riferimento per gli appassionati e che suona oggi più vitale e convincente che mai.
Beh, che aspettate a completare la vostra discografia?

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati