Dew Scented – Impact

I tedeschi Dew Scented ci danno una nuova lezione di death-thrash ultratecnico con il loro nuovo "Impact", quinto full-length album della loro carriera. Il titolo è azzeccatissimo: le undici tracce di questo nu...

Mess Age – Self Convicted

I Mess Age sono una band polacca nata nel 1998 dalla fusione di due sconosciute band locali, Alienator e Age Crisis, dedita ad un death metal dai ritmi molto thrash anni '90, a tratti melodico, mai troppo...

Carrier Flux – In Waste

Prendete una base industrial, aggiungete una dose di death e spruzzate un po' di gothic e di black, poi fate agitare il tutto da Devin Townsend. Vi sembra un miscuglio strano? Provate ad ascoltare questo "In Wa...

Dark Lunacy – Forget Me Not

Finalmente, dopo una breve preview ed uno split con i compagni d'etichetta Infernal Poetry, i Dark Lunacy hanno partorito il nuovo, atteso, "Forget Me Not", loro seconda prova in studio. I Dark Lunacy di oggi ...

Konkhra – Reality Check

Dopo quattro anni di silenzio ritornano i grandi Konkhra, una delle band piu' distruttive del panorama death/thrash degli anni '90, e lo fanno davvero in grande stile: riunita la band del colossale "Spit Or Swa...

Nile – In Their Darkened Shrines

Che i Nile fossero degli ottimi musicisti, di buon gusto, e che proponessero qualcosa che li facesse distinguere dal calderone brutal-death era già risaputo. Ma che i Nile riuscissero a superare qualitativament...

Soilwork – Natural Born Chaos

Eccola finalmente; ad essere onesto ho dovuto impegnarmi non poco per scrivere questa "recensione", il disco in questione ha richiesto numerosi e ripetuti ascolti prima di manifestarsi per ciò che realmente è, ...

AA.VV.- The World Domination IV

Dieci anni di lunga vita e un roster di band di alto livello hanno fatto della Osmose Production una delle etichette di maggiore rilievo in campo estremo e non. A questo punto della carriera è stato naturale ri...

Final Breath – Mind Explosion

Secondo full lenght per i teutonici Final Breath, the german thrash metal war machine (vengono pubblicizzati così dalla Nuclear Blast), con tanto di line up rinnovata (il vecchio cantante Michael Imhof ha lasci...

Disharmonic Orchestra – Ahead

Quinta release per i Disharmonic Orchestra. Sono rimasto alquanto deluso però e soprattutto spiazzato dato che i Disharmonic Orchestra hanno completamente abbandonato il genere proposto agli inizi della loro ca...

Scavenger – Thirsty For Knowledge

Nascono nel 2002 gli Scavenger, giovani (anzi giovanissimi) bergamaschi alla loro prima prova con "Thirsty For Knowledge". L'età media è di 20 anni fatta eccezione per il batterista Alberto di appena 14 anni e ...

Ira – Dawn Of World Redemption

Quando le critiche fruttano. Si scrive 'Dawn Of World Redemption' e si legge come la capacità degli Ira di sapersi guardare allo specchio, restituendo un lavoro quantomeno volenteroso nel tentare di colmare le ...

The Tombers – Until You Are Dead

I The Tombers sono oramai una band di vecchia data nata infatti nel 1997. La verità è che solo nel 2001 il gruppo è riuscito a trovare una formazione stabile a 4 con la quale, dopo una prima demo non distribuit...

Hellwrath – Anger Words

Il demo che mi accingo a recensire viene presentato dai toscani Hellwrath come una rivisitazione del precedente "Peaceless" dal quale sono stati estratti due brani intitolati "Hellwrath" e "Peaceless" che, affi...

The Seven Gates – Gehenna’s Sword

Si scrive Seven Gates, si legge come l’ennesima conferma di quanto l’underground italiano non abbia nulla da invidiare a quello estero. Se si pensa, infatti, a come i quattro transalpini sono stati accolti in p...

Illogicist – Polymorphism of Death

Gli Illogicist sono un gruppo di Aosta e questo "Polymorphism of Death" e' il loro primo lavoro, anche se il nucleo del gruppo, formato dal vocalist/chitarrista Luca Minieri e dal batterista Remy Curtaz, si cre...

Nalvage – Idiosyncratical Armageddon

I Nalvage sono una realtà dell’underground napoletano. Formatisi nell’Autunno del 2002 si sono già esibiti in diverse date live, accompagnando gruppi quali Necrodeath e Infernal Poetry. Le quattro canzoni propo...

Tuchulcha – Reflection Of God

Tuchulcha è il nome di un dio etrusco raffigurato con corpo d’uomo, orecchie d’asino, capelli formati da serpenti, becco da rapace ed ali e zampe d’uccello. Da qui parte quindi un quintetto della provincia di P...