I Symmetric Disorder sono un gruppo proveniente dalla Lombardia, formatisi solo nel 2002. Dico “solo”, perché da quanto sentito questi ragazzi, nonostante la poca esperienza, hanno tutte le carte in regola per ambire al tanto agognato contratto discografico. “Biomechanical Nonsense Connections” altri non è che un promo di tre canzoni, per un totale di soli undici minuti, che anticipa il full lenght dal titolo omonimo attualmente in fase di registrazione. Il five piece lombardo sfoggia un Death Metal tecnico e melodico che vede nei Death post Symbolic, un forte punto di riferimento; si parte con “Brutal”, il pezzo forse più aggressivo del lotto grazie ad un riff thrash di matrice panteriana che va a fondersi con il tecnicismo dei sopra citati Death. Si passa poi alle successiva “Abstraction Of the Self” e “Rain Of Dreams”, pezzi rispetto all’opener più melodici, che però non snaturano la loro carica aggressiva, dove si sentono spesso gli echi dei Dark Tranquillity più recenti, grazie ad alcuni inserimenti di tastiera. La sezione ritmica è a dir poco impeccabile, in particolar modo il duo chitarristico composto da Fabrizio e Migue, quest’ultimo assieme al bassista Danilo, autore delle canzoni, nonché buona è la performance del singer Michele capace di alternare growl brutali a parti vocali pulite con molta personalità; di pregevole fatture anche la produzione, moderna e priva di sbavature ad opera di Giuseppe Morazzoni. Resta solo il rammarico per la breve durata del promo; in effetti, undici minuti sono un po’ troppo pochi, ma la qualità e la personalità espressa in queste tre tracce sono più che sufficienti da meritare l’attenzione dei discografici del settore. Aspetto con ansia il full lenght.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati