Ragazzi questo gruppo è una vera e propria rivelazione! Quest’album è quanto di più vario abbia mai ascoltato.
Sembra di ascoltare i Pantera e gli Staind insieme. Unspoken Word è in pieno stile Pantera, assolutamente non commerciale.
Diametralmente opposta è Six Minutes. Commerciale in modo spudorato. Per cercare di farvi capire, unite Staind e PoD e forse un pochino di Faith No More.
Solo che verso la fine di tanto in tanto, veramente rari, fanno capolino dei screaming.
Se la Loudspeaker facesse circolare questa canzone per le radio gli Stoopi venderebbero milioni di copie! Bleeding You e’ un misto delle due precedenti. Momenti calmi, d’atmosfera e commerciali a momenti panteriani.
Breathe ripresenta spunti dai Pantera anche se la canzone è tutto sommato lenta e sopratutto molto varia.
Il cantante, o forse sono più cantanti, nei momenti più pesanti urla e nei momenti più tranquilli quasi sussurra.
Saltwound inizia commercialissima lasciando pensare ad un’altra canzone da hit per le radio ma ci sono delle parti assolutamente
pesanti e cattive. Appena uno si rilassa ascoltando la voce pulita e la dolcezza della melodia che parte subito un cantato incazzato e dei riff
spaccaorecchi.
Tutto il contrario invece è Safe & Empty. Parte subito pesante e velocissima lasciando immaginare una canzone dura e utile per pogare quando immediatamente
dopo si calma di colpo. Il cantato è nuovamente pulito e la canzone torna ad essere da hit. Si alternano questi due momenti fino alla fine.
La successiva prosegue sulle stesse coordinate della precedente in cui le parti “calme” sono quasi pop.
Anesthetic è una breve canzone solo strumentale molto d’atmosfera.
Dopo questa pausa ecco che arriva una bordata come Silence. Sinceramenta avrei scambiato i nomi alle due canzoni, ma forse il contrasto tra la musica e il titolo
della canzone era voluto per disorientare.
Ed ecco arrivare un’altro potenziale hit da radio. Isolation ricorda moltissimo gli Stone Temple Pilots. Potrebbe essere benissimo una loro canzone
non fosse per dei brevissimi intermezzi velocissimi e potenti. Poi verso la fine la canzone cambia totalmente coordinate. Si ritorna a suonare come i Pantera.
Nell’ultimo minuto è presente un pseudo assolo di batteria.
L’album si conclude con una traccia nascosta Cascade. Assolutamente non c’entra niente con quanto proposto fin’ora.
Al microfono… canta una ragazza con una vocina melodiosa che canta solo ahhhhhhhhh uooooooo aaaaaaa uuuuuu. Musica molto lenta e d’atmosfera. Da ascoltare assolutamente.

Album consigliato a tutti. Secondo me è da avere. Ringrazio il capo per avermi fatto scoprire questa band.
Avrete momenti in cui sfogarvi e momenti in cui riposarvi e così per tutto l’album invertendo quasi a caso l’ordine.
Band da tenere sott’occhio. Potrebbe fare qualcosa di grande. Spero per loro che riescano a farsi conoscere perchè ci sono
già troppe band con album strepitosi che passano inosservati.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati