I Sonic Syndicate, gruppo vincitore del concorso che la Nuclear Blast aveva indetto nel 2005 per cercare una nuova band, sono il classico combo derivativo ma efficace. Il loro “Only Inhuman” arriva fuori tempo massimo con il suo metal moderno a base di pseudo death melodico/emocore/metalcore con spruzzate di elettronica (in questo caso la declinazione e più sul melodico che sull’aggressivo), tuttavia risulta molto gradevole tanto che, una volta inserito il cd, lo si ascolta volentieri fino in fondo. Come da tradizione Nuclear Blast inoltre la produzione è potente e adatta a valorizzare i pezzi. Il problema è che di dischi di questo tipo se ne sono sentiti talmente tanti negli ultimi anni che la scena è fin troppo inflazionata, in questo caso poi la ruffianeria del tutto è decisamente evidente e non è solo la cover di “All About Us” delle t.A.T.u. (il pezzo meno riuscito del cd, tra l’altro) a far capire a quale pubblico punti la band…

I Sonic Syndicate risultano quindi (sebbene non si avvicinino nemmeno agli In Flames o ai Soilwork, che sembrano essere i loro principali ispiratori) un gruppo tutto sommato simpatico e con le sue cosine al posto giusto ma dalla sostanza “plasticosa”: il look sembra curato appositamente per far colpo sui ragazzini che ascoltano questo genere ed ovviamente i pezzi sono alquanto commerciali, non risultando mai ostici o veramente aggressivi. Va comunque dato atto al gruppo di essere capace di presentare dei pezzi alquanto piacevoli, per cui sebbene “Only Inhuman” pecchi in quanto a longevità, tuttavia sul breve periodo fa la sua figura. Abbondantemente sufficiente quindi, e agli appassionati del genere probabilmente piacerà.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati