Scoperti, come orami molti altri gruppi, attraverso il portentoso MySpace ho avuto poi l’occasione di parlare con la mente e fondatore dei tedeschi SinBreed, autori di un gran bell’album di power bello tosto.

Ciao Flo e benvenuto su Heavy-Metal.it.
Ciao Stefano e grazie a voi

Per iniziare facciamo una breve storia del gruppo
Ho fondato il gruppo dieci anni fa quando dopo averne parlato a Herbie dei Seventh Avenue durante un festival. Per me era chiaro volessi lavorare con lui dato che mi piace il suo modo di cantare così forte. Ho impiegato del tempo a preparare le canzoni che spedii poi a Herbie, con l’obiettivo di volere lui a cantarci sopra, e lui acconsentì.
Per le parti di batteria avevo necessità di uno con le capacità tecniche per suonarle e pensai subito a Frederik, considerato che lo conoscevo per la sua attività nella mia zona. Poi divenen il batterista dei Blind Guardian, e fu una coincidenza. Considerato che conoscevo Alex da anni fu chiaro per me che lo volevo nel gruppo.

Perchè hai scelto SinBreed come nome del gruppo?
Il nome deriva dalll’unione di peccato e pane. La domanda è qual è la definizione di peccato? Sono un peccatore quando rubo i popcorn o quando uccido qualcuno? Quando commetto un suicidio? SinBreed significa semplicemente che ogni nostra azione porta a delle conseguenze, e la tentazione è ovunque. Se decidiamo male, ci siamo trombati.

Quando hai iniziato a registrare When Worlds Collide?
Nel 2008 registrammo le parti di Frederik, dopo finimmo tre canzoni che fecero parte di una copia promozionale di When Worlds Collide, che ci permise di firmare un contratto discografico. io registrai le mie parti di chitarra, Alex di basso e finalmente Herbie le sue parti di voce nei Bazement Studios di Markus. Le registrazioni della parti degli ospiti sono prevalentemente state registrate nei loro studi personali e mixate alla fine del 2009. Come puoi vedere c’è voluto parecchio tempo.

Cosa rappresenta la copertina?
Se prendi il mano il libretto e lo apri completamente puoi vedere l’intero significato. Puoi vedere nella parte sinistra che c’è oscurità e ditruzione, case che bruciano sulal terra, teschi e ossa ovunque. Questa parte rappresenta la triste situazione del passato. Nel mezzo del libretto c’è un giovane demone che và dalla parte sinistra verso la destra. La parte sinistra è il futuro: case in costruzione, la natura verde e rigogliosa. Questo è quello che lasciamo se non lo proteggiamo, considerato che la distruzione dell’uomo fa presto ad arrivare se non cambiamo le cose. Questo è ciò che prova a rappresentare il disegno della copertina.

Di cosa parlano le canzoni?
Nei nostri testi c’è un tema centrale, ossia che sei sempre libero di scegliere. Nei testi dei SinBreed tutto è un’interpretazione personale su quale sia il senso di vivere. Diciamo semplicemente che bisogna pensare a vivere avendo un obiettivo e non giorno per giorno.

Se ti dicessi che i SinBreed per me sono un bel mix di Heavens Gate, Grave Digger e Blind Guardian cosa mi rispondi?
Che certamente non è una cattiva referenza. (Si ride. NdR) Ma credo che i SinBreed siano più orientati verso il Power Metal USA, più Vicious Rumors o giù di lì.
Dal punto di vista melodico e cantato siamo orientati verso la pesantezza del sound nelle nostre canzoni che non trovi in molti gruppi power europei. Pertanto i SinBreed per me sono un’ottimo mix di musica con una gran voce, e certo power!

In WWC ci sono parecchi ospiti: Thomas Rettke (Heavens Gate), Morten Sandager (Pretty Maids), Joost van den Broek (After Forever). Com’è stato lavorare con loro?
E’ stato eccitantisimo. Alcuni di loro li conoscevo già, altri no. Non avevo mai parlato con Joost prima per esempio, ma quando gli ho chiesto che avrei gradito la sua partecipazione nell’album ha accettato senza indugio. E’ stato un vero onore avere persone di tale talento nelle nostre canzoni. In particolare avere Thomas Rettke, dato che sono un suo gran fan da svariati anni.

Frederik Hemke è un membroi stabile dei SinBreed? Non ci potrebbero essere problemi con la sua attività nei Blind Guardian?
Ci consideriamo un gruppo, anche se è certo che i Blind Guardian siano una priorità per lui, come i Seventh Avenue per Herbie. E’ solo un problema organizzativo, e fortunatamente entrambi sono dei professionisti, pertanto non ci dovrebbero essere grossi problemi eccetto il dover programmare bene i concerti.

C’è qualcosa di divertente da raccontare accaduto durante la registrazione dell’album?
Hmm no. Le registrazioni si sono svolte in modo estremamente professionale e non c’è stato tempo per divertirsi troppo. Unica cosa che posso citare è stato il test per le registrazioni delle parti di batteria nel di Frederik per il demo, e come citato prima nel 2008 per l’album completo. In entrambi i periodi avemmo i giorni più caldi in Germania. Pertanto se sei un batterista in un gruppo di power metal e devi andare a 170 bpm e ci sono 42° fuori… Non è proprio divertente. (Ride NdR)

Concerti programmati? Magari qualcosa in Italia?
Per l’attività dal vivo di Frederik pianificata con i Blind Guardian non siamo nella posizione di programmare nulla quest’anno. Ma credetemi, siamo prontissimi per suonare dal vivo, e dovremmo riuscirci nel 2011.

Ora puoi dire quello che vuoi ai nostri lettori
Grazie a tutti i lettori di Heavy-Metal.it per aver letto l’intervista e comprate When Worlds Collide se volete una bella scossa.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati