Quando la classe non è acqua. Questo è ciò che ho pensato dopo il primo ascolto di Shining Line, primissimo album dell\’omonimo gruppo nato per volontà del compositore e batterista Pierpaolo Monti, accompagnato dall\’amico e bassista di vecchia data Amos Monti.
Posso osare un termine di paragone in ambito AOR, per un gruppo al debutto (si fa per dire), ed è Place Vendome. Ecco i nostri non hanno assolutamente nulla da invidiare a un gruppo come loro. Shining Line è un disco assolutamente pefetto sotto tutti i punti: dalla produzione, alla composizione passando per l\’esecuzione. Monti ha creduto a tal punto in questo progetto da aver investito fortissime risorse per realizzarlo, invitanto nomi importanti della scena rock/hard rock a iniziare da Alessandro Del Vecchio, passando per artisti quali Robin Beck, Michael Bormann, Jack Meille, Brunorock, Tommy Ermolli e svariati altri che non ha poi tanto senso stare ad elencare. Ciò che conta è la musica. E che musica!
Prima ho citato i Place Vendome non a caso. Se qualcuno ha amato alla follia il loro primo album non potrà che amare anche Shining Line, ne sono convintissimo. AOR allo stato puro, degno dei migliori nomi della scena mondiale (inutile dire chi); magnifiche melodie, arrangiamenti impeccabili rendono le quindici tracce, per un\’ora e un quarto di musica, un viaggio sognante che ti riempie di gioia e positività, che ti mette in pace col mondo.
Un album del genere è rigenerante, rinfrescante, e che ti permette di evadere dalla routine lavorativa e impegnativa della vita, pertanto non fermate il rock degli Shining Line e fate vostro questo album. Musica di altissima qualità. Garantita.
Non sto a dilungarmi, basta un ascolto per innamorarsi del lavoro di Pierpaolo Monti. Poi lo riascolterete senza mai stancarvi.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati