Pubblicato nel 2004
www.secretheroes.com

Se andate al sito ufficiale dei Secret Heroes troverete i soliti toni trionfalistici che preannunciano il ritorno alla grande tradizione dell’heavy metal e le consuete frasi che tirano in ballo i nomi illustri di Van Halen, Aerosmith e Guns’n’Roses (ma anche di Thin Lizzy, Judas Priest, Queen, Metallica e Led Zeppelin), che descrivono il suono come “dirty” e che indicano già il disco come “classic”. Se invece cercate in rete troverete delle recensioni non certo entusiastiche e anzi eufemisticamente negative.
Come sempre “In Medio Stat Virtus”, o meglio, adattando l’adagio, “In Medio Stat Veritas”.

Il quartetto anglo-germanico in effetti pesca a piene mani dal sound dei primi anni ’80 e le citazioni di cui sopra, alcune più alcune molto meno, sono tutto sommato riscontrabili (aggiungerei all’elenco gli Scorpions i cui richiami sono più che evidenti), ma forse per l’inesperienza, forse per il basso budget a disposizione per la produzione questo debut album stenta decisamente non solo a decollare ma a convincere del tutto. Il disco ha naturalmente i suoi momenti, sia chiaro, come l’iniziale “Eternal Nights”, sfacciatamente ispirata ai primi lavori del gruppo di Meine e soci, o “Highway Runner”, forse la più riuscita del lotto, o gli otto minuti di “Steal Your Heart Away”, o ancora l’elettrica “Get Laid (If You’re Feelin’ Like It)”, ma in conclusione tirando le somme si ha la sensazione di essere in presenza di qualcosa di acerbo, di non completamente riuscito e, soprattutto, dannatamente fuori dal tempo, che i dinosauri come il sottoscritto potranno anche parzialmente apprezzare ma che dubito fortemente possa raccogliere molti consensi tra le fila degli appassionati più giovani, nati e allevati al suono ricco e iperpomposo (e pompato) del power o dei truculenti riff dei generi più estremi.

La buona prova del chitarrista Ryan Heart, che bilancia fortunatamente quella di un Fred Carson non sempre convincente, e gli sprazzi di luce (leggasi idee non trite e ritrite) che qui e là si riescono ad intravedere garantiscono comunque, se portate adeguatamente avanti, delle buone prospettive ai Secret Heroes ed evitano, per ora, una stroncatura senza possibilità d’appello.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati