I Ripe sono una band scandinava devota a quell’ heavy metal pieno zeppo di influenze power marchiato da sonorita’ ruvide degli anni 80 tipo Helloween e una robusta melodia che tanto ha caratterizzato gli anni 90 in band come ad esempio i mitici Scorpions fortemente riconducibili alle atmosfere coinvolgenti ed eleganti riproposte dalla band in questione con quella miscela esplosiva di bravura, che a mio modesto parere risulta essere davvero interessante e piacevole sotto tutti i punti di vista.
Bravi quindi questi ragazzoni danesi che non deludono le aspettative collocandosi tra le band che sicuramente avranno piu’ di un fan incallito sparso per il mondo, fanatici del metal, con quella ricetta che caratterizza band che hanno bisogno di poco per farsi apprezzare cioè metal sudato e vissuto, musica senza fronzoli per un disco suonato in maniera ottima.
“A Moment Of Forever” titolo del lavoro, inoltre offre altri curiosi spunti per essere ancor piu’ apprezzato, infatti oltre alla splendida prestazione di tutti i componenti si avvale della preziosa collaborazione di super ospiti come Michael Denner (Mercyful Fate, King Diamond), Billy Cross e Dagfinn Joensen (Fate).
Vibrazioni alle chitarre, atmosfere fantastiche grazie alla bella voce di Dahl, armonie di qualita’ grazie all’ottimo lavoro sul basso e la batteria, rendono immediato il suono dell’album spesso davvero irresistibile, come ne è da esempio la fantastica title-track che rende l’idea della potenzialita’ di cui si sta’ parlando. Pezzi invece come “Anthem Of Fire” o “Kill Cupid” stramaledettamente immediati, danno l’idea come sia facile per questa band coniugare la melodia alla potenza, o con “Dreamers Of Decadence” e “Razorblade Kiss” che rendono i suoni ora moderni e dolcemente cadenzati, con spunti tecnici di elevato livello, rabbiosi fin che basti, a sottolineare le qualita’ piu’ importanti della band.
Possiamo quindi confermare in questi 50 minuti di grande metal melodico, che da oggi forse brillera’ una nuova stella nei cieli scandinavi, sperando che si mantenga accesa a lungo, come lunga vita va’ augurata a questa grande band, sperando che queste mie parole di elogio, non vengano perse nel solito dimenticatoio dell’immenso mondo dell’universo metal, spegnendo ogni speranza a chi di chi con una piccola luce vuole brillare. Forza e coraggio.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati