Finalmente dopo cinque album in studio e quasi dieci anni d’attività arriva “Live in Canada 2005”, attesissimo live album dei grandiosi Rhapsody. Come il semplice titolo annuncia questo dischetto è stato registrato in Canada, nella città di Montreal, durante una delle tante date del “Demons, Dragons and Warriors world tour 2005/2006” dei Manowar che vede la partecipazione dei Rhapsody in veste di ospiti speciali.

Come da previsione la band guidata da Turilli e Staropoli ci offre un prodotto di altissimo livello, con un’ottima registrazione e una resa “live” dei pezzi davvero convincente tanto che sembra che la band stia dividendo il palco con un’orchestra vera e propria. La maestosità di “The dark secret” c’introduce all’interno di questa piccola opera e già dalle prime note dell’opener “Unholy warcry” si capisce come i nostri siano terribilmente amati anche oltreoceano e questo non può che riempirmi di orgoglio.

Per tutta la durata del cd i Rhapsody si muovono su livelli musicali notevolmente alti, regalando diversi estratti dai loro ultimi album e riuscendo a riproporre in maniera egregia i difficili arrangiamenti. La capacità esecutiva “live” dei nostri è semplicemente eccellente e grandioso è il lavoro di Alex alle tastiere che grazie all’uso di basi registrate riesce a realizzare dal vivo le complesse orchestrazioni e le maestose sinfonie che caratterizzano i brani dei Rhapsody; anche i restanti ragazzi se la cavano in maniera egregia: Luca alla chitarra ripropone fedelmente le sue parti, mentre Alex Holtzwarth si rivela ancora una volta come uno dei migliori batteristi in circolazione, picchiando come un dannato per tutta la durata del concerto e infine Fabio ci regala una prestazione vocale dannatamente coinvolgente soprattutto nella drammatica “Lamento Eroico” e nella marziale “The march of the swordmaster”. La reazione del pubblico è assolutamente fantastica: i canadesi non smettono per un solo attimo di incitare Turilli e soci, dimostrando di conoscere tutte le canzoni proposte dal gruppo. Eccellente è la resa live di canzoni quali “The village of dwarvers”, della splendida “Dawn of victory” e ancora dell’ accoppiata “Erian’s Mystical Rhymes” e “Nightfall on the grey mountains”, due brani che racchiudono all’interno delle loro orchestrazioni e sinfonie il vero significato del termine “Film Score metal” coniato dalla band con l’uscita di “Symphony of enchanted lands pt 2”.

Un vero peccato purtroppo è l’assoluta mancanza di pezzi storici come “Land of immortals” o “Rage of the winter” (i brani più datati sono “Wisdom of the kings” ed “Emerald sword”) e soprattutto l’assoluta scarsità di canzoni, solo nove più un intro e un outro e ci si domanda come mai i Rhapsody non abbiano optato per un live album realizzato magari in terra italiana e con più brani in modo da ripercorrere tutta la loro carriera. Tuttavia in sede di intervista è lo stesso Staropoli a spiegarmi il motivo di questa scelta dicendomi che “la serata era talmente magica che abbiamo deciso di registrare questo live album” e, infatti, durante l’ascolto di “Live in Canada” aleggia un sentore di magico nell’atmosfera…i Rhapsody hanno saputo coinvolgere tutti quanti con la loro positività e la loro bravura. Davvero un bel lavoro dunque, consigliato a tutti i fan della band italiana e a tutti quelli che vogliono iniziare ad amare questo gruppo.

“Live in canada 2005” sarà pubblicato anche in edizione speciale e comprenderà un DVD bonus contenente l’intero concerto in formato audio 5.1 e materiale extra ripreso durante il tour dei nostri con i Manowar.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati