Dopo un capolavoro come The Gathering Wilderness i Primordial sono piombati inevitabilmente sotto i proiettori della scena metal mondiale. Con questo ultimo album sono riusciti infatti ad affinare e impreziosire le caratteristiche che già erano nate nelle loro opere precedenti: atmosfera crepuscolare unita a marce massicce e più furiose in un risultato epico ed ancestrale.
Peccato solo che il gruppo non si sia dimostrato troppo disponibile. A voi le parole di Nemtheanga.

Ciao, prima di tutto benvenuto su Heavy-Metal.it
Ciao.

Ho trovato il vostro ultimo album davvero suggestivo ed evocativo.. mi puoi raccontare com’è nato?
Nello stesso modo in cui sono nati più o meno tutti gli altri. Siamo cinque persone che cercano di creare musica senza tempo. Musica con passioni vere ed emozioni, senza nessun riguardo per i trend della scena né per i gusti di qualcuno. Questa è semplicemente vera musica.

Quando scrivete musica vivete qualche particolare influenza?
No, in realtà nessuna, scriviamo solo musica ed essa suona come una musica primordiale. Non c’è nessuna formula segreta.

Che cosa significa la musica per voi?
Una delle ragioni per cui sono ancora vivo a rispondere a questa intervista immagino, se non avessi avuto musica da suonare avrei dovuto cercare qualche significato artistico per esprimermi.

Cosa cerchi di comunicare con la tua musica?
Purezza, verità e onestà. Fare musica vera che rappresenti qualcosa senza troppo preoccuparci delle vendite o di che cosa dicano onestamente i critici. Io metto la mia anima in questa musica.

Nelle note promozionali del cd ho letto le vostre parole al termine dei testi delle canzoni. Sembrano legate a una sorta di paganesimo o sciamanesimo e provenire da qualche sentimento profondo. Me le puoi spiegare?
Ci sono eco di paganesimo in esse e del nostro passato e della nostra storia. Ma i testi sono su molti argomenti. Non mi isolo da nessuna possibile influenza. Può provenire da qualsiasi posto, posso conoscere qualcuno che mi ispiri, qualsiasi cosa.

Sono stata in Irlanda quattro anni fa e il posto che mi impressionò di più che io visitai furono le Giants Causeway. Puoi dirmi qualcosa a proposito della tua isola e delle sue tradizioni e folklore?
È una domanda tosta, avresti dovuto esser più specifica. Le Giants Causeway sono davvero il posto più bello e strano della nostra isola. Ogni viaggiatore che arrivi in Irlanda dovrebbe tentare di andarci.

La vostra musica mi trasmette sempre un’atmosfera crepuscolare. Sembra nata da un conflitto di emozioni. Possiamo considerarla legata alla storia irlandese?
Dunque, siamo irlandesi, quindi suppongo di si. La storia d’Irlanda è fatta di tragedia e sangue e la musica dei Primordial è esattamente come essa.

Siete interessati alla cultura e storia celtica?
Si lo sono!!!Cosa vuoi sapere!!! La nostra musica non esisterebbe senza la nostra cultura.

Siete in contatto con qualche altra band irlandese? Fra i gruppi recenti mi piacciono in maniera particolare i “Mourning Beloveth”, li conosci?
Yeah, sono dei miei ottimi amici. Un grande gruppo doom, se vuoi dare un’occhiata alla nostra scena guarda qua : www.metalireland.com

Sono rimasta molto colpita dalla tua partecipazione con i Void Of Silence. Puoi dirci qualcosa a tal proposito? Come hai trovato l’Italia?
Sei una delle poche persone che hanno ascoltato questo lavoro immagino! È un grande album, totalmente oscuro e annichilente ed è stato grande poterlo fare e farne parte. Se tutto va bene potremmo continuare questo progetto in futuro.

Tornando al tuo ultimo lavoro, le mie canzoni preferite sono “End Of All Times (Martyrs Fire)” e “The Coffin Ships”. Puoi dirmi qualcosa su questi due brani?
La prima è una canzone molto semplice, i testi sono sulla mancanza di speranza, sull’alienazione e sul concetto che probabilmente dovrai perdere la guerra ma forse almeno una battaglia l’avrai vinta. Più o meno. The Coffin Ships è una canzone sulla povertà irlandese ed è un brano molto triste e cupo.

Che verità è celata dietro “The Gathering Wilderness”?
La verità? La solitudine raccoglie e porta via tutti i suoi bambini. Noi siamo vicini alla nostra fine. La natura avrà la sua vendetta.

Possiamo aspettare di vedervi in Italia in tour?
Se possibile verremo a settembre per uno o due festival. A tal proposito guarda qua: www.primordialweb.tk

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati