Terzo album e terzo centro per Jim Peterik ed i suoi Pride Of Lions.
Dopo il successo riscosso con i Survivor, il talentuoso cantante/chitarrista sembra aver intrapreso un altro percorso musicale fatto di lavori ispirati e tremendamente coinvolgenti, costruiti attorno ai pattern di un aor melodico e di sicuro impatto. Affiancato dall’incredibile Toby Hitchcock, cantante dalle notevoli doti tecniche, Peterik rilascia questo “The Roaring Of Dreams” che, in quanto terzo lavoro in studio della band, prosegue di diritto sulla stessa strada dei precedenti capitoli, in un tripudio di soluzioni pompose e melodiche. Il trittico di pezzi che apre questo disco è, secondo chi scrive, da antologia: “Heaven Of Earth”, “Book Of Life” e la magnifica “Love’s Eternal Flame” sono brani dal flavour diverso eppure subito inquadrabili all’interno del progetto Pride Of Lions, con refrain memorabili ed un songwriting che si fa sintomatico di quanta classe ed esperienza posseggano i nostri. L’alternanza oculata e lungimirante delle due voci in capitolo (Peterik/Hichcock) assesta, anche questa volta, un colpo decisivo ai fini della riuscita finale di questo album, sintomo di una collaborazione amichevole e professionale in tutto e per tutto. Anche gli altri episodi del lotto, inoltre, si fanno portavoce di un modo ormai consolidato ed ammirevole di costruire dischi di stampo aor, in un periodo in cui un po’ tutto il genere in esame sembra tirare davvero bene anche a livello di vendite. Una classe manifesta che si fa tracotante, in senso buono, proprio sugli episodi più differenziati e malleabili dell’intero disco, come la lunga “Turnaround”, in cui il buon Hitchcock duetta con la sorella minore, e “The Roaring Of Dreams”, titletrack caratterizzata da un songwriting cangiante e piuttosto spiazzante se contestualizzato in un disco del genere.
Con “The Roaring Of Dreams”, insomma, i Pride Of Lions ufficializzano in maniera definitiva una propria candidatura ai vertici del settore aor, forti di una triade di lavori davvero ispirati e meritevoli.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati