Con “Chaos From Abyss Within”, i Phlegethon Animae giungono al traguardo del secondo demo dopo il primo dal titolo omonimo, pubblicato nel 2002. A giudicare da quanto ascoltato, purtroppo, non ci troviamo dinanzi ad un buon lavoro; il four piece emiliano si presenta con un power death metal (datemi del pignolo o dell’etichettatore, ma per me il termine death melodico non ha alcun senso), privo di mordente ed esageratamente ancorato ai canoni del genere. Ed eccoci sentire i soliti riffs Maiden/Helloweeniani accompagnati da un drumming furioso e nulla più ed alle solite screaming vocals; questo però, non vuol stare a significare che questi ragazzi siano dei meri copiatori di In Flames e Dark Tranquillity. Si intravede, infatti, un tentativo seppur minimo, di volersi distaccare dai canoni di tale genere, grazie anche alle differenti influenze musicali di ciascun membro; l’uso della tastiera e dei samples sono già qualcosa, ma è troppo poco e in ogni modo a tratti sono fuori luogo. Le canzoni, ben suonate e questo bisogna dirlo, non sempre seguono una linea logica; ciò è dovuto anche al fatto che si tende a scrivere canzoni, seguendo i propri gusti musicali come loro stessi ammettono, per non parlare poi della presenza di ben tre pezzi strumentali (troppo eccessivo) che fanno sprofondare il tutto nella noia assoluta. Una migliore amalgamazione delle idee ed una maggiore cura del suono (in questo caso porgo un sincero augurio al leader Cesare Fioriti nella speranza che possa migliorare in questo campo), non potranno che portare dei miglioramenti in seno al gruppo, dovessi aspettare altri tre anni per ascoltare un loro nuovo demo. Forza ragazzi, diamoci dentro!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati