Metti un venerdì sera qualsiasi in quel di Sassari, dove dicono non ci sia mai niente di interessante a livello musicale, e ti ritrovi al “THE HOR” il tempio del rock, tipico pub old style, dove la musica trasuda sin dalle pareti colme di foto e gadget di band famose, il tutto condito da ottimo cibo e dell’ottima birra.

A scaldare la serata ci pensano gli “Icy Steel” dell’amico/menestrello Stefano Galeano, che per l’occasione hanno riarrangiato il loro repertorio in versione acustica, calandosi perfettamente nella parte e facendo rivivere al numeroso pubblico presente in sala atmosfere epico/folk/fantasy…che dire, i giovani bardi sono riusciti perfettamente nel loro intento (ragazzi, mancava solo un focolare li davanti ed il gioco era fatto).

Ma veniamo al main event della serata…i Vision Divine… i ragazzi arrivano presto ed è impossibile non riconoscere subito Olaf Thorsen o Fabio Lione tra la folla, per non parlare di Mr. Mike Terrana, immenso in tutti i sensi, e dopo un cambio palco degno del miglior Wacken :) eccoli li pronti a scatenare la loro potenza musicale sul palco del THE HOR… Inutile ricordare ai più chi sono i Vision Divine, una delle migliori band power/prog/metal a livello nazionale ed ormai internazionale… Due parole è doveroso spenderle per il nuovo arrivato, che sicuramente non ha bisogno di presentazioni, ovviamente stiamo parlando del drummer Mike Terrana, davvero un treno sul palco, potenza allo stato puro, condita con tanta precisione e tecnica… chicca per i presenti il suo assolo di batteria… spettacolo… che è continuato con la band in brani che hanno spaziato dal primo album “Vision Divine”, proseguendo con “Send me an Angel”, fino all’ultimo lavoro “Destination Set to Nowhere”, il tutto suonato con la potenza che li contraddistingue, e infine impreziosito da un’altra chicca live, un duetto tra Fabio Lione e la bravissima cantante sassarese Antonella Masia, che ricordiamo aveva già partecipato alla realizzazione dei cori nel brano “Violet Loneliness”. Pubblico ovviamente entusiasta e partecipe per tutta la durata dello show… che dire, se la Befana normalmente porta calze con carbone, o per i più bravi dolciumi vari, a noi ha portato una serata metal di altissimo livello, a buon rendere.


Stay metal \m/

 

ROBERTO FANCELLU

Comments