Ed ecco la nuova fatica discografica dei Neurasthenia, nati nel 1996 con il nome di Animalator. Dopo molti anni di esibizioni live e due demo, la band è costretta a sciogliersi a causa di profonde incompatibilità personali al suo interno. Nel 2004 il cantante chitarrista Neil decide di rimettere in piedi il gruppo con Matteo al basso e Simone alla chitarra. Dopo alcuni mesi di ricerca la band decide di reinserire un precedente membro della vecchia formazione, Leo, alla batteria. Con questa nuova e definitiva formazione il gruppo si rintana in studio per dare alla luce Full Force Of Thrashers ed intraprende un’intensa attività live. Prima di cominciare la recensione devo fare un avvertimento: se cercate un album in cui sia possibile trovare un bel po’ di melodia, canzoni dolci ed orecchiabili e delle liriche pulite e carine, cari amici quest’album non fa per Voi. Dico questo perché questo album è un puro concentrato di violenza sonora, ha la potenza devastante di una granata al napalm, è in grado di atterrare una mandria di bufali idrofobi. Sin dalle prime note di “I’m Walking With A Zombie”, “R.U.N. (Return Under Neurasthenia)”, “Fury” e “Jihad”, anche l’ascoltatore più catatonico sarà scosso da una scarica d’adrenalina, grazie ai riff assassini e spaccaossa che il gruppo riesce a produrre. Ascoltando quest’album vengono in mente i Testament degli esordi, ma in generale tutto il Thrash Metal della Bay Area dei tempi d’oro (Anthrax, Megadeth, Agent Steel). Questo però non significa che il gruppo abbia copiato pedissequamente dai gruppi citati. I Neurasthenia si sono ispirati a questi gruppi, ma hanno cercato di metterci qualcosa di personale per non essere dei perfetti cloni. Qualcuno potrebbe obiettare affermando che non si può giudicare un gruppo ascoltando solo quattro tracce: io posso tranquillamente rispondere a costoro che un gruppo lo puoi giudicare ascoltando anche solo una traccia. Ciò che rende un album bello, gradevole e ben fatto è il modo in cui un gruppo suona. Posso con sicurezza affermare che i Neurasthenia ci mettono l’anima in tutto quello che fanno. Lo dimostra il fatto che hanno firmato per la Kick Agency. Bravi ragazzi. Continuate così che andate bene. “Ad Majora”.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati