“Essensual” è il secondo disco che Andrea Haugen (artista nota per i suoi interessi pagani e magici e legata in passato ai progetti Aghast e Hagalaz’ Runedance) fa uscire sotto il nome di Nebelhexë. La musica contenuta in questo lavoro è un piacevole misto di darkwave e pop-rock nordico dal gusto etereo che risulta parecchio diverso dai progetti passati di Andrea (in questo senso viene portato avanti il discorso iniziato col precedente “Laguz”), scordatevi perciò i pezzi inquietanti degli Aghast e il folk degli Hagalaz’ Runedance e preparatevi ad una ritmata miscela musicale che si colloca tra gli ultimi lavori di Kari Rueslåtten e certa darkwave (omaggiata da una cover di “The Figurehead” dei The Cure). Va comunque detto che queste 10 canzoni sono piuttosto ben fatte nel loro genere e che ho ascoltato con molto piacere “Essensual”, sebbene nutra parecchi dubbi sulla longevità di un prodotto del genere.

Devo sottolineare infine che apprezzo il coraggio che Andrea ha avuto nel lasciare per strada le sue produzioni da strega e da sacerdotessa nordica per indossare le vesti di “cantautrice scandinava” (seppur qualcosa del passato in qualche maniera ogni tanto riaffiori) che ora sembra sentire più appropriati, inoltre se vi piace il genere tutto sommato un’ascoltata ad “Essensual” potete anche darla, perchè nella sua tipologia è un disco onesto e ben fatto, non epocale ma capace di farsi ascoltare e di intrattenere piacevolmente l’ascoltatore.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati