Pubblicato nel 2005
www.mysixthshadow.com

Ad un anno di distanza rispetto all’uscita preannunciata ai tempi di “10 Steps 2 Your Heart” vede finalmente la luce “Love-Fading Innocence” dei romani My Sixth Shadow. Il lavoro non si discosta da quello che mi aspettavo, risultando un cd del tutto inseribile in quel filone del gothic che è il cosiddetto “love metal”. Questo chiarisce già molte cose, se infatti gruppi come gli H.I.M. o i To/Die/For non li potete proprio sopportare allora sarà meglio per voi stare alla larga dai My Sixth Shadow, se invece la proposta musicale delle band succitate non vi dispiace allora non sono poche le possibilità che apprezziate anche “Love-Fading Innocence”. I ragazzi romani sono riusciti infatti a sfornare un disco che si fa ascoltare piuttosto piacevolmente e che, pur non essendo propriamente originale, tutto sommato fa la sua figura in un panorama piuttosto affollato (anche se personalmente trovo abbastanza irritante il modo di presentarsi della band… è vero che in questo genere c’è sempre attenzione ad un certo tipo di look, ma sinceramente le foto sul booklet le ho trovate abbastanza ridicole, soprattutto considerando che la proposta musicale dei ragazzi è abbastanza buona da non aver bisogno di essere spinta con trucchetti di questo tipo). La durata del disco poi non è brevissima, eppure tutte e 13 le tracce dell’album sono mediamente buone. Certo, qualche pezzo si fa notare più degli altri (come per esempio “Lonely Darkest Days” o “Invite The Poison”), tuttavia bene o male tutte le canzoni risultano piacevoli (e aiuta non poco in questo l’orecchiabilità, che è sempre decisamente alta). Si merita poi una nota particolare anche la cover di “With Or Without You” che chiude il lavoro, cover che anche se mi sa un po’ di trash (e non di thrash metal, parlo proprio di trash…) tuttavia ho ascoltato molte volte (anche se il merito probabilmente va al pezzo originale degli U2, che non mi è mai dispiaciuto).

Insomma, se vi piace il love metal un’ascoltata a questo disco dovreste darla, pur tenendo presente che molto probabilmente “Love-Fading Innocence” non durerà molto nel tempo (ma d’altronde il fatto che un album love metal si faccia ascoltare molto all’inizio e poi stanchi è un po’ una caratteristica del genere).

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati