Prima di cominciare la recensione chiariamo subito una cosa: questo promo mi ha fatto innervosire non poco. L’etichetta ha infatti ben pensato di fare un sampler con solo 5 delle 15 tracce presenti sul cd, il che non rende possibile recensire decentemente questo lavoro (motivo per cui ho assegnato un “senza voto”, a prescindere dal valore del cd). Qualcuno si sognerebbe mai di dare ad un recensore di libri un “condensato” di 500 pagine sulle 1500 di un qualche volume? Non credo proprio, eppure con un cd 5 tracce su 15 le mandano… Insomma, nessuno obbliga le etichette a spedire dei promo, ma se decidono di farlo trovo assolutamente indispensabile che forniscano il lavoro per intero. Poi può essere un cd masterizzato e senza artwork, ma almeno le canzoni ci devono essere tutte.
Detto questo, “Musicogenic” è la riedizione di un cd di tali Mxd uscito nel 2003, e il sampler promette davvero bene. Le 5 tracce presenti in questo cd contengono un misto di electro, trip hop, industrial, drum’n’bass, c’è davvero un po’ di tutto ciò che è elettronico (con anche un po’ di “chitarroni”), ed è anche elaborato tutto molto bene! “Powder mind” è un brano ruffiano ma riuscitissimo, una “tirata” elettronica carica di melodie e decisamente catchy, “Le pire” è un disturbante (certe scelte sono volutamente amelodiche) brano cantato in francese dalle influenze trip hop, “Clean-ex” è permeato da un’atmosfera viziosa ed è dotato di uno di quei ritornelli che si fanno canticchiare per giorni, “Charlie Brown” potrebbe essere un perfetto singolo da quanto è accattivante e da quanto fa venire voglia di muoversi, infine “Defoliant” ingloba delle influenze orientali su un pezzo più “frammentato” degli altri.

Insomma, la qualità media del cd è alta (sul sito della band si può poi ascoltare tutto l’album in streaming, l’ho sentito qualche volta ma la qualità è quella che è e si perde la produzione, cosa che in cd di questo tipo è importantissima, motivo per cui non ho tenuto conto di questi brani in fase di valutazione), se mi capiterà sottomano la versione completa sicuramente la farò mia (e se vi piace l’elettronica dovreste dare un’ascoltata a questo lavoro), non posso però che sottolineare ancora il mio nervoso per la versione “mutilata” di “Musicogenic” che ho sottomano (questa cosa dà fastidio coi cd brutti, immaginate quanto sia fastidiosa nel caso un cd incuriosisca tanto).

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati