Per usare le stesse parole del flyer promozionale, l’omonimo debut album degli australiani Martyrs Shrine è un disco di death/thrash metal old school che vanta, però, una una produzione moderna e potente. Probabilmente basta già questo, appena due righe, per descrivere il nuovo progetto del duo Michael Carlisle / Mike Forsberg, in passato già noti per la propria militanza nei Mortification. Un paio di versi per fotografare un prodotto assolutamente piatto e scontato, in cui il tributo al death old school di gente come Bolt Thrower e Obituary assume sembianze quasi parodistiche e subito prevedibili.

Tutto già scritto, composto, registrato e suonato migliaia di volte da altre compagini sicuramente più interessanti di questa…

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati