Un disco come il nuovo dei M.ILL.ION fa ben sperare per la scena hard rock in quanto portatore di ispirazione e di una ventata di freschezza compositiva che ultimamente sta cominciando ad essere nuovamente di casa in questo settore con i vecchi leoni tornati a ruggire come un tempo (Whitesnake) o addirittura meglio (Europe).

Va subito fatto presente che Sane & Insanity non porta alcuna novità in casa M.ILL.ION, ma si assesta sulle coordinate di un hard rock melodico con piacevolissime puntate in territorio aor che aggiungono quel pizzico di pepe ad un’uscita già di per sé ottima. Infatti il settimo disco degli svedesi ci presenta un gruppo in piena forma e tornato decisamente per restare, così come testimoniano canzoni come Tomorrow Never Dies, apice assoluto del disco, e l’iniziale Cry To Heaven (Sea Of Fate è solo un’intro di poco più di un minuto).

Lungo tutta la durata del disco non si riscontrano cali di tensione e fa piacere constatare come le performance dei musicisti siano egregie e le abilità di ognuno di essi vengano sempre messe a servizio della melodia, unica vera protagonista insieme alla splendida voce di Ulrich Carlsson. Proprio il singer firma una prova difficilmente emulabile per intensità e trasporto emotivo, esattamente ciò che ogni cantante dovrebbe saper esprimere, in qualunque genere.

Insomma, il ritorno discografico dei M.ILL.ION arriva come un fulmine a ciel sereno e colpisce, pur non portando alcuna modifica ad un sound tipicamente hard rock. Bravi, ragazzi, continuate così!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati