Dopo alcuni anni di silenzio in seguito alla pubblicazione del loro primo album intitolato “Atlantis” tornano a far parlare di sé i Lunatica, interessante band di power metal sinfonico proveniente dalla Svizzera. “Fables & dreams” è il titolo scelto per il nuovo cd in studio che si dimostra davvero interessante e ricco d’inventiva.
La musica proposta dai Lunatica è molto bella ed evocativa ed è impreziosita dalla stupenda voce della cantante Andrea che si svela un’ottima singer degna d’attenzione: quest’ultima è, infatti, la scintilla che riesce a conferire a “Fables & dreams” l’alchimia giusta che rende l’album piacevole ed singolare. Intendiamoci però, la voce di Andrea non rispecchia quella della grande e immensa Doro bensì quella di Cristina dei Lacuna Coil o di Anneke dei The gathering. Il combo svizzero non inventa nulla di nuovo, anzi potrebbe finire direttamente in quel calderone di gruppi che suonano power metal con un alto dosaggio di tastiere; tuttavia dopo i primi e deludenti ascolti mi sono reso conto che quest’album ha davvero qualcosa di magico e ora è uno dei dischi che più girano all’interno del mio stereo. Musicalmente i suoni di chitarra sono davvero pesanti e le ritmiche di chitarra strizzano l’occhio a Symphony X e Nightwish mentre le tastiere riescono a dare quel tocco sinfonico a tutti i pezzi che non guasta mai ma che invece rende i brani maggiormente interessanti.

S’inizia immediatamente con “The Search goes on”, lunghissima intro che sembra uscire da un film epico e che riesce a catturare all’istante l’attenzione dell’ascoltatore e a condurlo nel magico mondo dei Lunatica. Segue a rotta di collo “Avalon” che mi fa emozionare fin da subito grazie anche al ritornello davvero ben curato; la successiva “Elements” strizza l’occhio ai Nightwish e scatena un headbanging sfrenato grazie alle ritmiche tiratissime delle chitarre e a una certa durezza nei suoni delle sei corde che si rivelano entusiasmanti e travolgenti. Dopo due autentiche mazzate sonore è però ora di un po’ di tranquillità e i Lunatica ci regalano “Fables & dreams”, song che oltre dare il titolo album è anche un delicato lento dove la melodiosa voce di Andrea è accompagnata da un sognante arpeggio di pianoforte e chitarra mentre man mano che passa il tempo i restanti membri dei Lunatica entrano con i propri strumenti per impreziosire questa splendida ballad.
L’influenza dei Nightwish non si esaurisce tuttavia con “Elements”, ma prosegue anche con “Still Believe” brano abbastanza lungo ed articolato che tiene viva l’attenzione dell’ascoltatore variando continuamente la sua struttura musicale e con “The spell” che richiama nuovamente e un po’ troppo da vicino i pezzi presenti su “Once” grazie anche alla partecipazione di una voce maschile che duetta con Andrea. Nel bel mezzo dell’album spunta poi una cover…esplode la spettacolare “Hymn” degli Ultravox che ricalca la versione che c’è stata regalata anni fa dagli Edguy; “Silent Scream” è forse l’unico pezzo non riuscito di questo nuovo album, ma ci pensa la conclusiva “A little moment of desperation” a terminare in maniera degna questo platter grazie anche al suo refrain che richiama atmosfere folkloristiche di chiara matrice russa.

Consiglio vivamente questo “Fables & Dreams” a tutti i metallari amanti dei Nightwish e in generale del power metal sinfonico. In questo disco troverete ritmiche killer e ben strutturate ma anche tanta melodia e pathos e soprattutto la presenza di Andrea straordinaria cantante che riesce a dare una marcia in più al gruppo. Come se non bastasse la produzione del disco è affidata a Sascha Paeth… serve altro?

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati