A distanza di pochissimo tempo riecco a noi i Lucky Bastardz, gruppo nelle cui vene scorre Rock \’N\’ Roll, senza additivi, duri e puri dalle contaminazioni. Sound essenziale quindi, per un gruppo il cui aspetto è esenzialmente dal vivo, basti controllare sul loro MySpace il numero di concerti che hanno all\’attivo e pianificati dalla nascita del quartetto nostrano.
Si gioca e ci si diverte con musica e parole, tutto è in pieno spirito da vero rocker, fuoco, birra e Rock \’n Roll, di evidentissima e sfacciatissima religione Motorhead, con Geppo dietro al microfono a clonare, oltre alla voce, anche nelle movenze e nell\’aspetto Lemmy.
Dalle quasi dodici tracce si evince sudore, il puzzo rancido della voglia di esternare al mondo la propria filosofia di vita fatta di ore passate sui propri strumenti a suonare, suonare e ancora suonare senza mai stancarsi. Il Rock \’n Roll scorre nelle loro vene e lo onorano, Honour And Blood, suonando, tutte le sere e la mattina dormendo (forse), Death All Day, Life All Night. Ma abbiamo anche brani allusivi al sociale in Tale from the Land of Mafia o a qualcos\’altro di molto più sociale in Black Hole, un titolo tutto un programma.
Bite Me, Dude è un album da ascoltare nella propria fumosa cantina, luce minimalista, stereo a palla, tanta birra e nient\’altro.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati