“Five Shots From Underground”: Cinque domande Cinque al Top Demo di Heavy-Metal.it !

Salve ragazzi, raccontateci la vostra storia e presentate il gruppo.
Diane: Il gruppo è nato da una formazione più vecchia, la cui ispirazione era completamente differente. L’unico membro che era già presente all’epoca è Richard. Sono arrivata dopo, perché il gruppo cercava ancora una cantante. Esistiamo da 4 anni. Dopo numerosi cambi di line-up e alcuni concerti oggi cominciamo a trovare una certa stabilità e, soprattutto l’identità che stavamo cercando. Questa demo ci ha datto l’esperienza della registrazione, e ci prepariamo a registrare l’album questa estate.

Su cosa basate principalmente i vostri pezzi e quali sono i vostri punti di riferimento ?
Richard: In seno al gruppo, le nostre ispirazioni sono molto diverse, e io sono il più aperto possibile per quanto riguarda la musica. Cerco di incorporare la maggior parte delle mie influenze nelle composizione, mentre conservo delle sonorità metal (particolarmente black e thrash) e brani più melodici in proporzioni variabili.

Cosa non ti piace del metal in Italia e cosa cambieresti ?
Rémi: A dire il vero, la scena italiana non è veramente conosciuta qui in Francia, eccetto alcuni grupi come Rhapsody, gli antichi Death SS, o nella scena black metal : Opera IX, Aborym e Forgotten Tomb. Ah, ci sono anche i Nanowar, che sono piuttosto comici. Ma la risposta è parziale perché ricordiamo soltanto i gruppi che ci piacciono, e non i gruppi che troviamo brutti.

Miglior gruppo italiano e più sopravvalutato gruppo italiano ?
Rémi: Il mio gruppo preferito è Gory Blister. Mi piacciono anche molto i Void of Silence.

Cosa ti ha dato la musica e cosa vorresti darle tu ?
Diane: Vorremmo dare una nuova spinta ai gruppi metal con una cantante femminile, perché ce ne sono pocchi, sopprattutto in Francia. La musica è una passione che vogliamo trasmettere.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati