Quando si dice una bella sorpresa… “Just Another Love Song” è uno dei dischi che più mi ha colpito ultimamente, me lo sono trovato da recensire senza sapere cosa avevo di fronte e appena ho inserito il cd nel lettore sono rimasto stupito. Di metal qua non c’è niente, la musica dei Killing Mood (che è poi sostanzialmente il progetto di tale Belinda Kordic) è infatti un pop raffinato e di classe, come dimostra subito l’apertura: una canzone malinconica dal feeling western che starebbe benissimo in un saloon. “Dancing With The Damned (The Damned)” è davvero un bel pezzo, che purtroppo non viene più eguagliato. Dalla seconda traccia in poi infatti i toni diventano più riflessivi e quello che ci troviamo di fronte è una rilettura del country americano (ci sono pure pezzi per sola chitarra e voce) sporcato da elementi ethereal/dream pop. Il risultato è in ogni caso piuttosto piacevole (nonostante l’errore di mettere all’inizio quello che mi sembra il brano migliore, ed anche il più diverso, del lotto) e non è difficile rimanere ipnotizzati dalle ballate depressive, lascive e rustiche che Belinda Kordic sussurra cantando i suoi amori finiti male.

Insomma, ho trovato “Just Another Love Song” un disco piuttosto interessante. Certo, non è per tutti, però se considerate che non impazzisco per il blues e le atmosfere southern potete farvi un’idea dell’appeal di questo disco (anche se probabilmente gli elementi ethereal hanno avuto un ruolo importante nel fare presa su di me).

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati