Ricordo ancora il momento in cui vedendo un’esibizione dei Night Ranger rimasi folgorato da quel batterista con uno pseudopigiama-kimono a pois che pestava e cantava come se non ci fosse niente di più semplice al mondo. Kelly Keagy, questo il suo nome, entrò così nella schiera dei miei musicisti preferiti, non per meriti speciali (e li aveva, scoprii in seguito) ma per la sorpresa e il piacere di vederlo semplicemente suonare in quel modo.

Da quel giorno di cose ne sono cambiate, il suo gruppo si è fatto spazio prepotentemente tra i miei preferiti, lui stesso ha inciso un ottimo disco solista (“Time Passes”) nell’ormai lontano 2001 e dopo l’annuncio di un nuovo disco dei suoi Night Ranger ci regala oggi questo “I’m Alive” che risponde da solo a tutti quelli che, non avendo colto l’opportunità di sentirlo verso la fine del 2005 all’opera nei The Mob, si chiedevano che fine avesse fatto. In compagnia di altri due miei pupilli, cioè il sempre convincente Reb Beach e l’inossidabile Jim Peterik, ma anche di altri stimatissimi amici (Mike Aquino (Pride Of Lions, Mecca), Tommy Denander (Radioactive, Deacon Street e altri duemila progetti), Bruce Gaitsch (più noto in verità come compositore (Madonna, Chicago, Kansas, Richard Marx…), Michael Lardie (Great White, Night Ranger…) e così via) Kelly ci regala un disco crudo nelle sonorità, cioè tipicamente “live”, ma estremamente valido nella sua totalità, piazzando dei montanti che atterrerebbero qualunque rivale (“I’m Alive”, “Stolen”, “World Before And After”, “Life Worth Remembering” per citarne alcune) e che sebbene risentino forse un po’ troppo del contributo di Peterik in fase creativa non possono che fare la felicità di tutti i fan di Keagy, dei Night Ranger (il disco è decisamente guitar-oriented, come il gruppo californiano era solito fare) e di tutti gli amanti del genere in questione.

Insomma, “I’m Alive” è per il sottoscritto un signor disco, che apre questo 2007 nel migliore dei modi possibili e che vi consiglio caldamente. E se il buon giorno si vede dal mattino…

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati