Pubblicato nel 2010
www.kaledon.com

Caspita come vola il tempo ragazzi. Ricordo come fosse ieri il primo album dei romani Kaledon, leggasi Kàledon e non Kaledòn come ho sempre erroneamente fatto io. Fatto sta i nostri sono giunti al sesto album intitolato The Last Night On The Battlefield, titolo che immagino rappresenti la conclusione della saga iniziata ormai otto anni fa. Il gruppo nel frattempo è cambiato ma i membri fondatori sono sempre quì e in particolare il suo rappresentante per eccellenza, il chitarrista Alex Mele vera mente del gruppo.
Ma non solo il gruppo è cambiato, il sound è diventato decisamente più variegato. Ad oggi il gruppo può venire etichettato come power solo per via delle loro origini; oggi il gruppo osa, e osa tanto.

Il power forse è diventato l\’aspetto più marginale, non abbandonato chiaramente come per esempio nella parte iniziale di The Dragon Be With you, un perfetto cavallo di battaglia in concerto, che però sfocia in heavy, hard rock, effetto cinematografico. Proprio l\’ultima canzone della saga è quella che considero la migliore rappresentante dei recenti Kaledon, riunendo in sè tutte le varie sfacettature che vogliono esprimere singolarmente in altri brani.
E\’ evidente che i Kaledon oggi sono più heavy come nei tre pezzi principe dell\’ultimo capitolo, ossia Last Days, Surprise Impact, Black Clouds, dei buonissimi pezzi di hard rock un ppo\’ spinto verso il metal.
Se una buona metà dell\’album strizza l\’occhio verso il rock più duro e pesante, Sorumoth strizza l\’occhio al metal più duro e pesante passando da un inizio fortemente thrashy a un suono più marcatamente, o meglio sfacciatamente, black. Insomma i nostri non vogliono suggerire, ma vogliono urlare, che sono un gruppo che guarda avanti volendo sperimentare commistioni di generi senza snaturarsi troppo. La doppia cassa di Folchitto è meno veloce ma sempre precisissima ed efficace dando quell\’impronta meno \”drum machine\” e più effetto reale.
Insomma un buonissimo album che lascia molte porte aperte per il futuro. C\’era una volta…

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati