Con “The Gathering”, Jorn Lande completa la doppia uscita discografica edita dalla Frontiers Records nei suoi confronti.
Con questo lavoro, il cantante norvegese seleziona molti brani provenienti dal proprio passato musicale e li rende nuovamente disponibili per la gioia dei suoi nuovi fan. Si tratta di materiale in gran parte risalente al periodo pre Masterplan e di ormai difficile reperibilità. Molti episodi sono stati riarrangiati per l’occasione, altri remixati ma tutti sono poi passati per le sapienti mani del guru Tommy Hansen per la masterizzazione finale. Il risultato è un piccolo compendio musicale di quanto il buon Lande abbia saputo scrivere ed interpretare negli anni di minor successo “commerciale”, assolutamente indispensabile se si è ai primi approcci con il cantante norvegese. L’abbondanza di brani permette, inoltre, di inquadrare la prima fase della carriera artistica del musicista secondo un’ottica più completa e contestualizzata: si intuiscono le fonti di ispirazione dei primi periodi, i lievi smottamenti seguenti ed, in generale, si capisce come la classe ed il talento non abbiano mai abbandono Lande. Episodi incredibili come l’iniziale “Something Real” o la sbalorditiva “Bridges Will Burn” splendono di nuova luce in questo che, alla luce dei fatti, rappresenta un disco di ottima qualità. La scaletta è, evidentemente, studiata a tavolino e di prima scelta, con molti dei migliori brani composti dal “giovane” Lande presenti e ben amalgamati.

Inutile consigliare questo lavoro ai fan di Jorn, probabilmente lo avranno già ordinato al proprio negozio di fiducia. Per tutti gli altri, “The Gathering” rappresenta un ottimo motivo per avvicinarsi al mondo del cantante norvegese ed al suo inconfondibile stile musicale.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati