Impossibile non conoscerlo. Maestro del più folle Steve Vai (nonché del più “famoso” e discusso Kirk Hammett), fra le fila dei Deep Purple (anche se per un breve periodo) e padrino di un evento importante per chitarristi, ovvero il G3. Insomma è possibile che qualche rockettaro non conosca Joe Satriani? A mio avviso no, è assolutamente impossibile.
E come giustificare questa doppia raccolta (seppur fatta davvero bene)? La giustificazione più attendibile è quella autocelebrativa…. insomma Joe è attivo dal 1986, ha composto un vero e proprio best-seller quale “Surfing With The Alien” ed è riuscito a non fossilizzarsi sui soliti cliché da chitarrista spaccone (vedi Malmsteen) arrivando persino a compiere un connubbio incestuoso fra chitarra elettrica e musica elettronica (quale rockettaro ormai 40enne avrebbe questo coraggio se escludiamo quel geniaccio di Steve Vai?!?).
Cosa dire di questo “The Electric Joe Satriani – An Antology”? Innanzi tutto si tratta di un doppio cd contenente i classici di maggiore successo e maggiormente amati dal pubblico (la tracklist è stata influenzata dai membri dell’online fanclub di Joe, dai suoi fan quindi) rimasterizzati ed arricchiti dall’inedita “Slick” (bonus track di “Strange Beautiful Music” ma per oscuri motivi mai pubblicata sul disco in questione) e dalla già conosciuta (almeno per il mercato nipponico) “The Eight Step” (presente appunto nella versione giapponese di “Strange Beautiful Music”).
I brani ripercorrono l’intera carriera, pescando sia dai suoi primi album (“Surfing With The Alien”, “Not Of This Earth”, “Flying In A Blue Dream” …. quelli che hanno fatto la storia insomma) sia dal discusso “Engines Of Creation” che dall’ultimo “Strange Beautiful Music”, passando per “Time Machine”, l’omonimo e Crystal Planet.
Descrivere la musica contenuta in questo disco non è impresa facile nè tantomeno obbiettiva perchè, a mio avviso, Joe è uno dei pochi chitarristi degni di nota e degni di essere ricordati. Tecnica mostruosa? Certo, ma con un feeling che un Michael Angelo qualsiasi può solo sognare.
Perchè comprare questa raccolta? Nessun VERO fan di Joe dovrebbe acquistarla perché già dovrebbe essere in possesso dell’intera discografia, una discografia fatta sì di alti e bassi, ma sempre ricca di amore e passione.
Certo ascoltare tutto d’un colpo brani come “Surfing With The Alien”, “Crystal Planet”, “Love Thing”, “Until We Say Goodbye”, “Summer Song”, “Friends”, “The Crush Of Love”, “Satch Boogie” (e se non vi bastano io mi sono stufato di elencarli,accontentatevi) ha un certo effetto…… lascia senza fiato.
Non hai mai ascoltato questo tipo di musica? Hai 16 anni ed hai appena preso una chitarra in mano? Hai sempre sentito parlare di uno strano tizio che riesce a far parlare la sua chitarra e non hai mai avuto il coraggio di ascoltarlo (vuoi per paura vuoi perché credi sia impossibile)? Beh allora compra questa bella raccolta che troverai nei negozi al prezzo di un cd e lasciati trasportare in questo favoloso mondo.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati