“Sex, Whiskey & Southern Blood” è uno di quei dischi piacevoli che appena messo nel lettore difficile non capire quale strada andra’ a parare e quale sara’ la trama musicale rendendo a mio parere piacevole e positivo l’ascolto dell’intero album. E’ chiaro quindi fin dall’inizio che i polacchi J.D.Overdrive (ex Jack Daniels Overdrive) affondano le loro radici il quel sound reso famoso tanto tempo fa dai Pantera, senza far niente per nascondere l’amore spassionato verso la stessa band. Musica d’impatto, irrobustita da una dura fetta di southern rock ad alto tasso alcolico, oltre la sorprendente e cazzuta voce del frontman “Susel” devota al padrino Phil Anselmo.

Nel complesso comunque la prova della band risulta essere davvero notevole, poco originale ma sincera, visto che i quattro ragazzi non seguono la scia delle nuove band di questa generazione assai banale nel proporre nuove esperimenti quasi mai riusciti, quindi un plauso per chi come loro va avanti a suon di sudore e riff massicci senza fermarsi di fronte a nessun compromesso. Basta ascoltare la stupenda “Stoned To Death” o la piu’ articolata e massiccia “Guilt And Redemption”. Splendida inoltre l’azzeccatissima cover di “Purple Haze” di Hendrix suonata davvero bene. Buono quindi il risultato è decisamente apprezzabile, anche se sarebbe ancora meglio vederli in sede live, piu’ che in studio, per godere in pieno dell’energia pura, sprigionata
dalla band dai sani attributi.

 

<iframe width=”560″ height=”315″ src=”http://www.youtube.com/embed/EGfFgfGXNZQ” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

 

<iframe width=”420″ height=”315″ src=”http://www.youtube.com/embed/3idn2_vneMA” frameborder=”0″ allowfullscreen></iframe>

 

 

 

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati