“Five Shots From Underground”: Cinque domande Cinque al Top Demo di Heavy-Metal.it !

Salve ragazzi, raccontateci la vostra storia e presentate il gruppo.
Ciao a tutti, siamo gli IncomingCerebralOverdrive da Pistoia, band nata nel 2001. La prima line-up era composta da: Filippo (batteria), Maurizio (chitarra), Stefano (chitarra+synth), Samuele (voce), Marco (basso); adesso la formazione non è più la medesima visto che da alcuni mesi Marco ha lasciato la band ed al suo posto è arrivato Alessio.
La nostra storia è piuttosto breve e si può riassumere in diversi concerti, tra i quali il più gratificante è stato quello di supporto agli UNSANE a Roma, e la registrazione del Promo nel 2003 ai Fear Studios di Ravenna. Dopo l’uscita di quest’ultimo la nostra storia si completa con la pubblicazione di decine di recensioni, interviste radiofoniche e via web che potete trovare sul nostro sito: www.incomingcerebraloverdrive.com, dove è amche possibile scaricare gratuitamente i brani del Promo.

Su cosa basate principalmente i vostri pezzi e quali sono i vostri punti di riferimento ?
I nostri pezzi sono caratterizzati da un impatto potente e aggressivo intervallati da parti più riflessive e calme. Le canzoni nascono generalmente da idee concepite sulla chitarra riarrangiate ed evolute in sala prove da tutti i componenti. Uno dei nostri obiettivi è la ricerca di un suono originale in cui nessuno strumento sovrasta gli altri per dare sensazione di compattezza. Il sound trova origine nel metal, nell’Hc e in sonorità un pò più introspettive.

Cosa non ti piace del metal in Italia e cosa cambieresti ?
Sicuramente non ci piace la mentalità musicale storicamente ignorante e ottusa del nostro paese, non perchè non ci sia buona musica ma piuttosto per il suo confinamento a ruoli marginali. Un aspetto di questa situazione è la scarsa disponibilità dei locali nell’ospitare e organizzare concerti. Fortunatamente le cose stanno lentamente cambiando grazie alla volontà e alla perseveranza di persone che credono e si dedicano al movimento.

Miglior gruppo italiano e più sopravvalutato gruppo italiano ?
Indubbiamente tra i migliori spiccano Sadist e Ephel Duath tralasciando buona parte dei gruppi anni 70′, purtroppo nella scena estrema Italiana non si corre il rischio di essere sopravvalutati……..

Cosa ti ha dato la musica e cosa vorresti darle tu ?
Ci ha dato energia e vorremmo donarle energia !!

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati