“Shrouded Divine” è il debutto degli In Mourning, band attiva già da parecchi anni e con diversi demo alle spalle. Gli 8 pezzi che la band ci propone, per tre quarti d’ora abbondanti di musica, offrono un doom su cui sono innestati elementi tipici del prog metal e del death melodico. Gli In Mourning devono molto ad Opeth e Katatonia (in entrambi i casi più al primo periodo che al resto della carriera), e sinceramente non sono d’accordo con molti pareri letti o sentiti in giro che sottolineano l’originalità della band: a mio avviso “Shrouded Divine” è infatti un disco ben fatto che piacerà agli appassionati del genere, ma mi sembra anche piuttosto derivativo. Va comunque segnalato quanto questi ragazzi siano dei bravi artigiani e, pur nei limiti dei canoni stilistici scelti, gli 8 brani che compongono questo lavoro svolgano bene il loro compito.

Insomma, una sufficienza molto abbondante non si può negare agli In Mourning, ed ho anche la sensazione che in futuro la band ci possa riservare delle sorprese (“The Black Lodge” mi sembra una buona strada da seguire), tuttavia a mio avviso la loro musica deve ancora maturare.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati