Nel leggere la tracklist di questo demo, ci cade l’occhio immediatamente sulla stranezza dei titoli di traccia. Una lavorazione unica suddivisa in tre tempi, di cui ogni tempo ha un significato ben preciso.
FAXIT è un’idea di Massimo Visemoli in arte Idraulic Hell, bassista proveniente dall’entroterra reggiano che nutre già una notevole esperienza dal 2008 con i Brutal Expulsion (band morta nel 2009)e in seguito con Grozeth Nebulae e gli In Pivo Veritas. Per realizzare questa promo tutti i musicisti hanno inseguito le orme dell’ormai strafamoso Burzum e dei Sun O))) band americana di Stephen O’Malley ex dei Khanate e Burning Witch che hanno dato il via   all’ambient,doom metal.
Idraulic Hell vede la collaborazione di Giovanni Senzaterra alla chitarra, un ragazzo di origini tunisine, Marouen,  che è l’esecutore delle urla che in sottofondo, e Gabriele Ceresini per l’utilizzo del sinth che regalano l’aspetto tetro e intenso di questa esecuzione. Quaranta minuti di musica a sfondo magico ed evocatore, un requiem potente, soffocante in tutte le sue sfaccettature che tentano di schiacciare e opprimere la mente umana. Le tracce stesse non seguono mai un filo logico e sono ricamate da attacchi d’improvvisazione che fa dei musicisti la punta di diamante. Ascoltando queesto lavoro, vi capiterà di essere travolti da diverse emozioni che trasformeranno il vostro ascolto in un viaggio alla ricerca della perfezione di un minimo suono che attanaglierà la vostra mente portandovi alla sensazione estrema di volerlo riascoltare di nuovo per altre mille volte ancora. Un demo che sicuramente apre le discussioni più accese sull’eresie più complesse di cui la psiche antropica non può accedervi.

Comments

A proposito dell'autore

Post correlati